Lady Soumahoro, spunta il giallo della firma

 Una ex dipendente della cooperativa Karibù, che sostiene di aver firmato lei al posto di Liliane Murekatete, il verbale di assemblea davanti a un notaio di Latina. È l’ennesimo colpo di scena di una vicenda che sta assumendo i contorni del giallo. Murekatete, moglie del deputato Aboubakar Soumahoro, afferma di non avere avuto ruoli gestionali nel periodo nel quale i magistrati di Latina concentrano le indagini per presunti reati di natura fiscale. Fu Marie Therese Mukamitsindo (la madre di Liliane, anche lei indagata, ndr) a chiedermi di firmare il foglio delle presenze anche per Liliane. Lei era assente in quanto in maternità». Sul perché abbia firmato al posto di Liliane, risponde: «Non saprei, mi è stato chiesto. Io ero arrivata tardi all’assemblea, stavo lavorando». A questo punto i magistrati di Latina hanno un nuovo capitolo di indagine da approfondire, per capire chi dice la verità e chi mente in questa vicenda.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *