L’ex premier Conte non paga, nel M5s scatta l’allarme sulle restituzioni

Il Movimento 5S si impantana di nuovo nel bosco delle restituzioni, un tema tanto caro ai grillini che avevano cavalcato l’onda dell’onestà e della trasparenza per ricevere una valanga di consensi. Salvo poi cambiare rotta e prendere sempre più le sembianze di un vero e proprio partito (i cui connotati in passato erano stati aspramente criticati). Ora è scattato l’ennesimo allarme sulle restituzioni e nel mirino sono finiti soprattutto i big, con un dato sconcertante per una formazione politica convinta di avere una superiorità morale.Si fanno alcuni nomi di spessore. Tra tutti spiccherebbe quello di Giuseppe Conte, che sarebbe seguito – tra gli altri – dai vicepresidenti Alessandra Todde o Mario Turco. La domanda sorge spontanea: per quale motivo più di qualche parlamentare avrebbe deciso di saltare il versamento? Comunque dagli ambienti del Movimento, sottoforma di anonimato, viene gettata acqua sul fuoco: “Un semplice ritardo. Aspettate e vedrete i bonifici nei prossimi mesi”.I soldi fanno gola a tutti!!
about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *