Lo Zar come Stalin sacrifica il suo popolo russo

 Lo si vede soprattutto nella condotta della guerra in cui Putin si è impelagato, trascinando con sé il suo popolo asservito. In crescente difficoltà per la penuria di armamenti adeguati (le sanzioni occidentali mordono), il dittatore di oggi è costretto a imitare quello dell’altro ieri. Ed ecco ricomparire, come in queste sanguinose giornate a Soledar, la tattica staliniana delle ondate umane gettate all’assalto delle posizioni nemiche, senza preoccuparsi delle perdite ingenti: tanto, in Russia, quasi nessuno osa protestare.  I sostenitori della causa putiniana, quando vogliono ricordare i grandi meriti della letteratura russa che a loro giudizio tutto giustifica, vanno sempre indietro nel tempo di oltre un secolo.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *