Matteo Messina Denaro, vita quotidiana da latitante: dalla passione per il videogioco Donkey Kong 3 ai pizzini con Bernardo Provenzano

Matteo Messina Denaro arrestato – Dalla passione per i videogiochi (Donkey Kong 3 e Secret of Mana 2) ai pizzini pieni zeppi di dettagli a Bernardo Provenzano. Com’è la vita quotidiana di un super latitante come Matteo Messina Denaro? Gli omicidi che intervallano la vita di tutti i giorni, le lettere in cui gli viene rimproverato che non si fa sentire, la corrispondenza appassionata con Maria MesIn quei pizzini ci sono note autobiografiche in cui c’è piena consapevolezza di essere il boss dei boss: «Con le persone che ho ammazzato io potrei fare un cimitero»,È il ritratto di un boss sanguinario, determinato, senza scrupoli quello che emerge dalle lettere scritte durante i suoi trent’anni di latitanza da Matteo Messina Denaro. Decine e decine di “pizzini”, sequestrati dagli investigatori, attraverso i quali il superlatitante impartisce ordini ai suoi fedelissimi, scrive agli altri capi di Cosa Nostra come Bernardo Provenzano per stabilire i nuovi assetti dell’organizzazione o per pianificare omicidi e vendette, tiene i contatti con i suoi familiari chiedendo notizie sugli affetti più cari con i quali non può incontrarsi.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *