Eredità alla parrocchia”. Ma il priore sottrae i soldi destinati ai poveri

Nobildonna lascia alla parocchia di San Pietro a Modena un’eredità destinata alla chiesa e alla beneficienza per i poveri. Ma oggi, dopo cinquant’anni, gli stessi beni sono al centro di un’inchiesta della guardia di finanza che vede indagato il propre dei Benedettini Stefano De Pascalis e altre quattro persone, per via di alcune operazioni bancarie sospette.L’udienza in tribunale è già fissata e il pm ha chiesto il rinvio a giudizio. Le accuse nei loro confronti sono riciclaggio, autoriciclaggio e appropriazione indebita. Tra i professionisti – almeno un avvocato e un ex notaio -due sono residenti a Ravenna e uno a Bologna. In più, uno di loro sarebbe titolare di una società che ha sede a Londra.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *