Oggi 77 positivi in Campania, ora sono in tutto 1103

Eseguiti 502 tamponi nei 5 centri di riferimento della regione

NAPOLI, 23 MAR – Sono complessivamente 77 le persone risultate positive al coronavirus oggi in Campania.
    Complessivamente nella regione i positivi sono 1103. Lo rende noto l’Unità di Crisi della Regione Campania. I seguenti sono i dati elaborati dai centri di riferimento a partire dal pomeriggio odierno: – Ospedale Cotugno: 126 tamponi esaminati di cui 17 positivi; – Federico II: 53 tamponi esaminati di cui 6 positivi; – Ospedale Moscati: 79 tamponi esaminati di cui 15 positivi; – Ospedale Sant’Anna: 60 tamponi esaminati di cui 9 positivi; – Ospedale Ruggi: 49 tamponi esaminati di cui 4 positivi Totale positivi di oggi: 77 (26 delle prime sessioni + 51 di quelle del pomeriggio/sera) Totale tamponi: 502 (135 del mattino + 367 del pomeriggio/sera) Totale positivi Campania: 1103 Totale tamponi Campania: 7055.

Covid-19 e scuole chiuse,lezioni on-line

Anche in Campania startup mette a disposizione servizio gratis

NAPOLI, 3 MAR – Grazie a una piattaforma informatica gratuita è possibile fare lezione malgrado il coronavirus e la chiusura delle scuole e delle università: a mettere a disposizione il servizio è Schoolr, la startup per le lezioni online con aula virtuale. Grazie alla piattaforma, lo studente può connettersi con il tutor, da qualsiasi dispositivo e senza scaricare nessun tipo di applicazione o programma, accedendo semplicemente via web, con un link. Il sistema consente allo studente e al tutor di interagire attraverso webcam full HD/microfono: possono condividere una lavagna virtuale per la scrittura a mano, una per la scrittura con tastiera (analogo a word) e una, fornita di un compilatore con tutti i linguaggi di programmazione, per le lezioni di informatica. Inoltre, tutte lezioni sono automaticamente registrate dal sistema, e ciò permette a ogni studente di rivedere la propria lezione su qualsiasi dispositivo, anche scaricandola per la fruizione offline.

Rapina Napoli: solidarietà in ospedale

Cittadini manifestano dopo devastazione pronto soccorso

NAPOLI, 02 MAR – Striscioni di solidarietà per il personale del pronto soccorso dell’ospedale vecchio Pellegrini, a Napoli. Negli spazi del nosocomio, il cui pronto soccorso è stato distrutto nella notte di sabato dai parenti del sedicenne morto in seguito a un tentativo di rapina a un carabiniere, sono stati esposti striscioni di solidarietà.
    “Giù le mani. Il personale del pronto soccorso non si tocca”, recita lo striscione sulle scale. E ancora, proprio nell’ingresso del pronto soccorso: “Più sicurezza meno parole” e “Basta la violenza al pronto soccorso”. In mattinata il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, con un po’ di cittadini, ha organizzato un flash mob a sostegno del personale dell’ospedale. I partecipanti al flash mob avevano cartelli con le scritte: “Chi devasta un ospedale devasta la salute di tutti i cittadini” e “Rispetto e solidarietà per gli operatori”.

Macron in visita al Cristo Velato

Con il premier Conte, tour nel centro storico di Napoli

NAPOLI, 27 FEB – Il presidente francese Emmanuel Macron si è recato in visita, con il premier italiano Giuseppe Conte, alla Cappella Sansevero, seconda tappa del suo minitour nel centro antico di Napoli che precede il vertice Italia-Francia a Palazzo Reale.
    Macron si è soffermato nella Cappella seicentesca, costruita in onore della Madonna e poi trasformata nel ‘700 in un luogo carico di statue e simboli esoterici da Raimondo di Sangro, principe di Sansevero.
    L’attrazione principale della Cappella è la statua del Cristo Velato, straordinaria scultura ritenuta ineguagliabile per la tecnica all’epoca. Macron ha percorso a piedi un breve tratto di strada nel centro antico di Napoli tra piazza San Domenico Maggiore e la Cappella Sansevero. In precedenza si era recato nel teatro San Ferdinando: “Sono felice di essere a Napoli, una città che amo profondamente. Il teatro di Eduardo mi ha sempre accompagnato”.

Parigi, segnale importante summit Napoli

‘Ci hanno confermato data ieri’, nessun rinvio per coronavirus

26 FEB – “Il segnale importante è quello di esserci, una presenza che dimostra cooperazione e controllo della situazione, un segnale che come partner europeo vogliamo dare all’Italia”. Così fonti diplomatiche a Parigi interpellate sul peso del caso Coronavirus nell’organizzazione del vertice Italia-Francia di domani a Napoli. “Ci hanno dato conferma ieri sera”, hanno aggiunto le fonti. “La nostra posizione è stata quella di esserci. Non era la Francia che poteva prendere l’iniziativa di annullare, se l’Italia lo avesse fatto, avremmo trovato insieme una nuova data”.

Coronavirus: stop scuole e Università

Ordinanza di De Luca, per tre giorni dal 27/2

NAPOLI, 26 FEB – Scuole chiuse in Campania. E’ quanto prevede un’ordinanza del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che dispone la sospensione delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle università per tre giorni a partire da domani 27 febbraio per consentire interventi di disinfestazione straordinaria in relazione all’emergenza coronavirus.
   

Università: master a Napoli, teatro come forma di umanesimo

Al Suor Orsola Benincasa fino al 9 marzo possibile iscriversi

NAPOLI, 25 FEB – Un master universitario del tutto particolare, dove teatro, conoscenza di sé e degli altri, laboratori, analisi culturale si fondono in un’unica logica, quella della formazione sul campo. E’ soprattutto questo il Master di specializzazione biennale e annuale in “Teatro, pedagogia e didattica. Metodi tecniche e pratiche delle arti sceniche-Tdp” dell’università Suor Orsola Benincasa di Napoli che prende il via sabato 7 marzo nel Teatro Mercadante, teatro Stabile della città.
    “Di natura transdisciplinare, è unico nel suo genere e punta alla formazione teatrale come esplorazione del sé e dell’altro, come viaggio verso e nell’alterità, come esperienza intensificata della percezione, ri-posizionando il corpo e l’azione al centro della relazione e della cognizione” spiega l’ideatrice e la coordinatrice artistico-scientifica, Nadia Carlomagno, attrice e professore di Pedagogia sperimentale al Suor Orsola Benincasa. Saranno il prof. Pier Cesare Rivoltella, ordinario dell’Università Cattolica di Milano e il coreografo Alexandre Roccoli, già componente attivo del Théâtre du Soleil, a inaugurare il master. Il master riapre il bando ancora per pochi posti disponibili, è a numero chiuso, ed è possibile presentare la domanda fino al 9 marzo (www.unisob.na.it/masterteatro). Si rivolge a laureati e diplomati (in questo caso come percorso di Perfezionamento Professionale) di ogni disciplina e a professionisti di settori diversi. Il percorso formativo, dal valore di 60 o 120 CFU (di cui i 24 CFU utili nei concorsi pubblici), prevede stage e formazione on the job in centri di produzione teatrale e al Napoli Teatro festival con cui è attiva una collaborazione anche di ricerca.

Campania, scuole e atenei restano aperti

Anche i concorsi in programma si svolgeranno regolarmente

NAPOLI, 25 FEB – “A conclusione della riunione in videoconferenza con il Presidente del Consiglio, i ministri e i presidenti delle Regioni, sono state acquisite le direttive del governo anche in merito alle eventuali chiusure degli istituti scolastici e università e allo svolgimento dei concorsi. Su indicazione della Protezione civile nazionale, del Ministero della Salute e degli altri ministeri competenti, nelle regioni dove non si sono verificati casi positivi al coronavirus (come al momento in Campania) non esiste la necessità di bloccare la didattica. Non vi sono quindi da parte del Governo provvedimenti di chiusura di scuole e università che riguardano la Campania”.
    E’ quanto si legge in una nota della Regione Campania.
    In merito ai concorsi, la Funzione Pubblica ha confermato che “tutte le procedure attualmente in corso e già programmate si svolgeranno regolarmente. Sia per le scuole che per i concorsi saranno attive le disposizioni già emanate dalla Regione Campania a livello di prevenzione”.

Sequestrate tre ‘fabbriche’ sigarette

Operazione Finanza nel Napoletano, otto arresti

NAPOLI, 20 FEB – La Guardia di Finanza ha sequestrato in provincia di Napoli tre fabbriche clandestine di sigarette, 12 tonnellate di tabacco trinciato e 4 tonnellate di sigarette contraffatte arrestando 8 persone. I siti clandestini per la produzione di sigarette sono stati scoperti nell’area nolana. In particolare, a Comiziano, in un capannone industriale in disuso da molti anni, durante la notte in particolare era in funzione una ‘fabbrica’ con macchinari tipici della produzione di sigarette che, partendo dal tabacco trinciato, realizzavano l’assemblaggio, il confezionamento del pacchetto e l’imballaggio finale in casse da 50 stecche. Bloccati otto moldavi al lavoro nella ‘fabbrica’. Altri due siti produttivi sono stati poi scoperti a Somma Vesuviana ed a Saviano, sempre nel Napoletano.
    La capacità produttiva dell’intera filiera è stata stimata in almeno 3,5 tonnellate di sigarette al giorno.

G.Colombo, si impara per essere liberi

G.Colombo, si impara per essere liberi

PIEDIMONTE MATESE (CASERTA), 19 FEB – Si impara per diventare liberi, e la regola è uno strumento per avere un risultato: questi alcuni dei messaggi dell’ex magistrato di ‘Mani Pulite’, Gherardo Colombo, agli studenti del Liceo Galileo Galilei di Piedimonte Matese (Caserta), in una ‘conversazione’ organizzata da Coldiretti Campania e Ue.Coop. Partendo dal libro di Colombo “Sulle Regole”, gli studenti hanno interagito con l’autore ponendo questioni. Libertà e regola, libertà e appartenenza hanno la stessa radice, occorre riflettere su questo, ha spiegato Colombo. Per poter scegliere è necessario sapere e avere discernimento, ha affermato rivolto ai ragazzi spronandoli. Hanno partecipato la dirigente del Liceo Bernarda De Girolamo, il responsabile di Ansa Campania Angelo Cerulo, monsignor Orazio Francesco Piazza, amministratore apostolico Diocesi di Alife-Caiazzo, il colonnello Emanuele De Santis, comandante del 10° Reggimento Carabinieri “Campania”, il vicepresidente nazionale di Coldiretti, Gennarino Masiello.