Category Archive : General

“Appena l’ho vista ho fittato la casa in cui vivevo a Verona con la speranza di vivere da voi”, ci racconta TsiTsi

Kiladze (ribattezzata Nina in Italia) è una ragazza georgiana, che vive ormai stabilmente in Italia, precisamente a Verona da dodici anni. Come racconta però a NapoliToday è rimasta stregata da Napoli, vista per la prima volta l’estate scorsa, tanto da avere il rammarico di non essere riuscita a trovare un lavoro stabile nella nostra città. “Mi sono laureata in Georgia e poi sono arrivata nel 2010 in Italia senza neppure i documenti. Per fortuna sono stata accolta bene ovunque sono stata, ma quando per la prima volta ho visto Napoli, sono tornata a casa a Verona dove risiedevo e ho deciso di affittare casa per tornare a vivere nella vostra città. Purtroppo non ho trovato un lavoro stabile e ho dovuto rinunciare a tale sogno. Però appena posso torno, perchè Napoli mi manca da morire.

Strappo della giunta De Luca come annunciato durante la manifestazione dei giorni scorsi

“La Regione Campania informa che la giunta ha deliberato di procedere per impugnare dinanzi alla Corte costituzionale le disposizioni relative al dimensionamento scolastico”. Con questa nota Palazzo Santa Lucia ha annunciato il ricorso alla Consulta come anticipato nel corso della manifestazione per la scuola dei giorni scorsi. Era stato lo stesso presidente Vincenzo De Luca a parlarne ritenendo che il provvedimento creasse delle differenze tra nord e sud Italia.  

“Ma certe posizioni erano in malafede”

“A Napoli meno che a Bologna,negli anni di piombo sventolare un tricolore era una dimostrazione di tendenze di destra. Ma certe posizioni erano in malafede. Cosi qualcuno ha pensato fosse necessario reagire. Oggi i tempi sono cambiati”, ha spiegato Gianfranco Fini, ex presidente della Camera, a Napoli, nel corso della presentazione del libro “La Casta siete voi” di Enzo Raisi.

Dalle ore 𝟲:𝟬𝟬 di oggi 𝟯𝟭/𝟬𝟭/𝟮𝟬𝟮𝟯 alle ore 𝟲:𝟬𝟬 del 𝟬𝟮/𝟬𝟮/𝟮𝟬𝟮𝟯 saranno chiuse le corsie di transito in entrambi i sensi di marcia della Galleria Vittoria per consentire, a seguito di ultimazione dei restauri delle facciate, lo smontaggio dei ponteggi in sicurezza. Considerata l’importante funzione di collegamento tra il Centro e la zona di Chiaia-Posillipo-Fuorigrotta si è reso necessario predisporre un dispositivo temporaneo di viabilità alternativa che prevede: in 𝘃𝗶𝗮 𝗖𝗵𝗶𝗮𝘁𝗮𝗺𝗼𝗻𝗲, per consentire il collegamento in direzione ovest verso Chiaia-Posillipo-Fuorigrotta, in 𝘃𝗶𝗮 𝗚𝗶𝗼𝗿𝗴𝗶𝗼 𝗔𝗿𝗰𝗼𝗹𝗲𝗼, per consentire il collegamento in direzione ovest verso Chiaia-Posillipo-Fuorigrotta, 𝗶𝗻 𝗽𝗶𝗮𝘇𝘇𝗮 𝗩𝗶𝘁𝘁𝗼𝗿𝗶𝗮 𝗲 𝘃𝗶𝗮 𝗣𝗮𝗿𝘁𝗲𝗻𝗼𝗽𝗲, per consentire il collegamento in direzione Centro, l’istituzione di senso unico di circolazione. a𝗶𝗻 𝘃𝗶𝗮 𝗦𝗮𝗻𝘁𝗮 𝗟𝘂𝗰𝗶𝗮: il senso unico di circolazione da via Cesario Console a via Chiatamone

Il sindaco nell’occasione ha anche annunciato che gli 80 anni delle 4 Giornate di Napoli saranno festeggiati con numerosi eventi

“Oggi è una giornata importante non solo per ricordare il passato ma per trasmettere nel presente e nel futuro ai ragazzi il senso di questo sacrificio e il pericolo che questi episodi terribili possano ripetersi”. Così Gaetano Manfredi, sindaco di Napoli, ha commentato il Giorno Della Memoria.Il primo cittadino ha partecipato alla cerimonia di ricordo nella Prefettura di Napoli con i parenti di chi venne catturato dai nazisti nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Ricordare l’intolleranza e la violenza è il miglior modo di difesa della democrazia anche oggi in cui intolleranza e violenza ci sono ancora e l’Europa è tornata in questi mesi in un luogo di guerra e non di pace – ha proseguito Manfredi – Ma la memoria ci ricorda che libertà e tolleranza sono valori che devono essere coltivati e difesi ed è importante per i nostri giovani, dobbiamo trasferire la memoria ai nostri figli che affrontano oggi l’intolleranza che ancora esiste”.

“Nessun tetto a mandati”

“Nessun tetto ai mandati, o mettiamo tetti a tutti quanti, sarebbe demenziale ma coerente, oppure non si capisce il tetto”, ha spiegato ieri a Venezia il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, a margine dell’incontro di Confindustria, sulla possibile abolizione del tetto alla rielezione negli Enti locali. Per De Luca “la parola sia dei cittadini, poi possano decidere per un mandato o sostenere qualcuno che risolva qualche problema. Bisogna valutare nel merito l’azione di Governo, c’è solo demagogia. Io mi ricandiderò in eterno, dipende dalla salute”, ha concluso il Governatore.

Indagini in corso da parte dei Carabinieri

Una donna è stata trovata senza vita in casa. Ieri sera intorno alle 20 a Torre del Greco i Carabinieri della locale compagnia sono intervenuti a via Madonnelle dove all’interno di un appartamento è stato rinvenuto il cadavere di una 49enne. La donna era sul proprio letto e non sono stati riscontrati segni di violenza. La salma è stata comunque sequestrata e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’autopsia

Permane la criticità idrogeologica per piogge e temporali sulla fascia costiera per precipitazioni locali che potrebbero avere anche carattere di rovescio o temporale

La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato il vigente avviso di allerta meteo “gialla” di ulteriori 24 ore, ma solo sulle zone 1 e 3 (Piana Campana, Napoli, isole del Golfo, area Vesuviana; penisola Sorrentino-Amalfitana, monti di Sarno e monti Picentini). 

Permane infatti la criticità idrogeologica per piogge e temporali sulla fascia costiera per precipitazioni locali che potrebbero avere anche carattere di rovescio o temporale. La perturbazione, a partire dalle 23.59 e per l’intera giornata di lunedì 23 gennaio, riguarderà, in particolare, la parte centro-settentrionale della regione incluse le isole del Golfo di Napoli

Le condizioni del tempo sono in generale miglioramento: su tutte le altre zone, sempre a partire dalle 23.59 di oggi, domenica 22 gennaio, si passa al “verde” (assenza di criticità).

La Protezione civile regionale raccomanda pertanto ai sindaci delle aree interessate di mantenere attivi i COC (Centri Operativi Comunali) e tutte le misure atte a prevenire, contrastare e mitigare i fenomeni connessi al rischio idrogeologico, in linea con i rispettivi piani di protezione civile tenendo conto che fenomeni come frane e caduta massi,  potranno verificarsi anche in assenza di piogge. Permane, infatti, un rischio idrogeologico di livello “giallo”. Si evidenzia il permanere, anche per la giornata di lunedì sulle zone 1 e 3, di scenari come ruscellamenti superficiali, allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, scorrimento delle acque nelle sedi stradali, oltre che di frane.​

La situazione

In vigore fino alle 23.59 di domenica 22 gennaio:

– Allerta Gialla sulle zone 1, 3, 5, 6, 8 (Piana Campana, Napoli, isole del Golfo di Napoli, area Vesuviana; penisola Sorrentino-Amalfitana, monti di Sarno e monti Picentini; Tusciano e Alto Sele; Piana Sele e Alto Cilento; Basso Cilento).

​In vigore dalle 23.59 di domenica 22 gennaio e fino alle 23.59 di lunedì 23 gennaio:

– Allerta Gialla sulle zone 1,3 (Piana Campana, Napoli, isole del Golfo di Napoli, area Vesuviana; penisola Sorrentino-Amalfitana, monti di Sarno e monti Picentini).

La decisione delle Giunta comunale in virtù delle numerose richieste pervenute

Su proposta degli assessori all’istruzione, Maura Striano, ed al bilancio, Pierpaolo Baretta, la Giunta comunale di Napoli ha approvato uno stanziamento di circa 400.000 euro per consentire il funzionamento prolungato degli impianti termici a servizio di edifici scolastici e dipendenze comunali.

“Il provvedimento, considerate le numerose richieste pervenute da parte di scuole e servizi, consentirà di garantire anche attività extra  curricolari, pomeridiane, serali ed open day in scuole, uffici comunali, centri sociali e per anziani, biblioteche, mediateche, dormitori e centri di accoglienza, con il prolungamento dell’orario giornaliero di erogazione del riscaldamento sulla base dei bisogni e delle attività programmate”, si legge in una nota di Palazzo San Giacomo.

Diversi gli interventi dei volontari per il maltempo

Esonda il fiume Sarno a causa del maltempo, che si sta abbattendo su tutta la Campania. Via Ripuaria, che costeggia il fiume, invasa dall’acqua. Diversi gli automobilisti intrappolati nelle vetture. Non avevano infatti notato la segnalazione dei dispositivi luminosi e materiali (semafori e transenne), che consigliavano di evitare l’accesso sulla strada.

L’intervento dei volontari del gruppo comunale di Protezione Civile di Castellammare di Stabia si è reso necessario per trasbordare fuori dall’acqua le persone in pericolo. 

Altri interventi della Protezione Civile comunale di Castellammare di Stabia sono stati richiesti per la caduta di un albero sulla carreggiata, all’uscita dalla Galleria che porta ai boschi di Quisisana e per un ramo spezzato in via Varano che impedivano la circolazione stradale.

Forti mareggiate con onde alte hanno allagato la Villa Comunale invasa da acqua, sabbia e detriti.

L’allerta meteo proseguirà sino a venerdì mattina su tutta la Campania.