Un po’ sto a casa, arriva Un posto al sole versione lockdown

Su RaiPlay 40 puntate online con storici protagonisti soap

ROMA, 10 MAG – Dopo oltre ventitré anni di messa in onda, a causa della pandemia, le riprese di Un posto al sole si sono fermate. Ma non si sono fermati i suoi protagonisti e la voglia di fare compagnia al pubblico. Per questo i personaggi del daily drama più longevo d’Italia tornano in un originale spin-off in esclusiva su RaiPlay, per 40 puntate disponibili online, ogni giorno dal lunedì al venerdì alle 18 dall’11 maggio. Un po’ sto a casa, prodotto da Rai Fiction, Fremantle e Centro di Produzione Tv di Napoli della Rai, vede protagonisti Patrizio Rispo, Marina Tagliaferri, Ilenia Lazzarin e tutti gli altri attori del cast di Un posto al sole. Terminato il lockdown, ritroviamo i condomini di Palazzo Palladini alle prese con la Fase 2 dell’emergenza sanitaria.
    Nonostante il lento riavvicinamento alla normalità e le prime attività consentite, i personaggi si cercano, si telefonano, si impegnano in attività di tutti i tipi, con esiti più o meno felici, si importunano a vicenda. Negli episodi della serie ciascuno vivrà brevi storie, condividerà con un amico o con un parente un’idea, un piccolo progetto o una proposta legata alla sua abituale attività. Chiederà aiuto per risolvere un problema o per soddisfare un’esigenza o semplicemente racconterà quanto accaduto nella giornata appena trascorsa.
    Raffaele, il portiere di Palazzo Palladini, non abbandona mai la guardiola e, confidando in un po’ di quiete, si dedica alle parole crociate. Ma viene continuamente disturbato dagli inquilini del palazzo: prima tra tutti Giulia, che lo chiama in causa, insieme a Patrizio, per vincere finalmente la sua annosa sfida ai fornelli. In assenza di Silvia, ancora dalla madre a Indica, Diego si dà da fare per il Caffè Vulcano e con l’aiuto di Alex riattiva il servizio di delivery per i loro affezionati clienti. Viola è alle prese con brevi lezioni di storia dell’arte da casa: in attesa di poter tornare ad ammirarle di persona, illustra ai suoi amici le bellezze di Napoli ma anche le tante meraviglie italiane, in particolare quelle delle zone più colpite dal virus.

Incendio a Napoli, visibile fumo nero

Colonna fumo visibile in altri quartieri della città

NAPOLI, 10 MAG – Un incendio è divampato poco fa nella zona di Gianturco, nella periferia orientale di Napoli sprigionando una colonna di fumo visibile anche in altri quartieri della città. Sul posto sono presenti alcune squadre dei vigili del fuoco. Secondo quanto si apprende dalle forze dell’ordine – sul posto sono giunte anche alcune pattuglie dei carabinieri – ad andare al fuoco sono state sterpaglie e del materiale plastico che si trovava all’interno di un ex campo rom della zona.

In strada prima domenica post lockdown

In tanti su lungomare,molti a comprare fiori per festa mamma

NAPOLI, 10 MAG – Gente in strada nella prima domenica della fase 2 a Napoli. In tanti si sono riversati sul lungomare, ma tutti nel rispetto delle norme previste: distanziamento e mascherine. Nella maggior parte dei casi, le persone indossavano le mascherine, con le dovute eccezioni. Molti sono usciti per un gelato oppure per comprare un omaggio floreale in occasione della festa della mamma. Non sono stati pochi i ragazzi che hanno approfittato dell’apertura consentita dei bar per consumare qualcosa da bere.
    La prassi ormai è la stessa: si compra al bar e si consuma strada facendo, cercando di evitare assembramenti davanti ai locali.
    Passeggiate, ma senza folla, anche in altre strade della città. In Piazza Dante, sono stati soprattutto bambini con i genitori a riprendersi gli spazi, giocando a pallone oppure girando in bicicletta. Gente a passeggio anche in via Toledo e in piazza del Plebiscito.

Blitz polizia, ordinanza per 20 persone

Per rapine, ricettazione e riciclaggio di orologi di valore

NAPOLI, 11 MAG – E’ in corso dalle prime ore della mattina a Napoli una vasta operazione della polizia in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di una ventina di persone, dal gip presso il tribunale di Napoli, su richiesta dalla procura del capoluogo campano.
    Sono gravemente indiziate, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di delitti contro il patrimonio, in particolare, rapine a mano armata, ricettazione e riciclaggio di orologi di valore.

Botta-risposta governatore e leader Lega

‘Va in giro a farsi guardare occhiali’. ‘Pensi agli ospedali’

 NAPOLI, 08 MAG – Botta e risposta, oggi, tra il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ed il leader della Lega, Matteo Salvini.
    De Luca non lo ha mai nominato definendolo, piuttosto, “amico sovranista”. “Va in giro per farsi guardare gli occhiali nuovi il cui colore è pannolino di bimbo – il commento di De Luca – La Campania, per gli affitti, ha varato un programma di aiuti, due bandi per quasi 70 milioni di euro, lo dico per il nostro amico sovranista che come sempre conosce poco della Campania”.
    Pronta la replica del leader della Lega: “Penso che i cittadini della Campania si aspettino dal loro governatore azioni concrete per sistemare gli ospedali aperti e riaprire quelli chiusi, visto che anche l’anno scorso decine di migliaia di campani hanno dovuto spostarsi in altre Regioni per visite, esami ed operazioni. Se invece De Luca preferisce polemizzare sul colore dei miei occhiali confesso che, come milioni di Italiani, ho problemi di vista e sono presbite. Per De Luca è un problema?”.

oggi 3179 rientri in Campania,1 positivo

48 con febbre,42 positivi a test rapido. Da lunedì 15050 rientri

NAPOLI, 8 MAG – Sono stati 3179 i viaggiatori provenienti da fuori regione che sono stati registrati oggi in Campania, compresi 40 tornati nella regione a bordo di un’auto presa a noleggio. Di questi 48 avevano la febbre, sono risultati 42 positivi al test rapido e un positivo a tampone. Lo rende noto l’Unità di Crisi della Regione Campania. Sono state invece 393 le comunicazioni di arrivo fatte pervenire all’Asl. I controlli – spiega l’unità di crisi – sono stati eseguiti nei posti di sorveglianza ai caselli autostradali, all’aeroporto di Capodichino, in alcuni luoghi nevralgici del territorio come i terminal bus. Complessivamente i rientri registrati dal 4 maggio ad oggi sono 15.050, 150​ le persone con febbre, 3235 i test rapidi eseguiti di cui 110 risultati positivi. I tamponi effettuati sono stati 121 di cui 2 risultati positivi. Le comunicazioni dei rientri pervenute alle Asl sono complessivamente 1.467. Tutte le persone provenienti da fuori Campania sono state poste in isolamento domiciliare.

In Campania 14 positivi su 5.412 tamponi

Nella regione 4.576 contagiati. Eseguiti 110.811 tamponi

 NAPOLI, 8 MAG – Sono 14 le persone risultate positive al coronavirus in Campania. Oggi sono state eseguiti 5412 tamponi. Lo rende noto l’unità di crisi della Regione Campania. Nella regione sono ora 4.576 i contagiati.
    Complessivamente sono state eseguiti 110.811 tamponi. Secondo quanto si apprende dall’Asl di Avellino otto casi positivi sono riferiti a persone residenti nel Comune di Ariano Irpino. Di questi, in un caso si tratta di un paziente ricoverato nel presidio ospedaliero Frangipane di Ariano Irpino, contatto di un caso già risultato positivo al covid-19, nei restanti 7 casi si tratta di casi che si riferiscono al Piano di Screening promosso dall’Istituto Zooprofilattico di Portici sulla popolazione di Ariano Irpino. I tamponi positivi sono stati rilevati nell’ospedale Cotugno di Napoli (1 su 937 tamponi); nell’ Ospedale Ruggi di Salerno (1 su 760 tamponi); nell’ospedale Moscati di Avellino (1 su 180 tamponi); nell’ospedale San Paolo di Napoli (3 su 224 tamponi); e nel laboratorio Biogem (8 su 464 tamponi). 

Via libera a mercati e sport individuale

Si parte Lunedì prossimo. De Luca firma l’ordinanza numero 45

NAPOLI, 08 MAG – Da lunedì prossimo (e fino al 17 maggio 2020) al via le attività mercatali in Campania e via libera all’attività sportiva individuale (dalle 5,30 alle 8,30) sui lungomare, nelle ville, nei giardini e parchi pubblici e aperti al pubblico.
    Lo dispone l’ordinanza numero 45 firmata oggi dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.
    Le attività mercatali riprendono nei limiti previsti dalla vigente disciplina statale e, quindi, limitatamente alle attività dirette alla vendita di generi alimentari, nel rispetto delle prescrizioni previste dalle Linee guida.
    Sarò possibile fare sport individuale sui lungomare, nelle ville, nei giardini e parchi pubblici e aperti al pubblico, a meno che non siano destinati dai Comuni all’esclusiva fruizione da parte degli sportivi, nel qual caso è consentito senza limiti di orario o secondo gli orari previsti nei relativi provvedimenti comunali. Non ci sono limiti di orario nelle altre aree pubbliche o aperte al pubblico, ma con obbligo di interrompere l’attività se c’è rischio di assembramento. 

Napoli: per Mertens c’è anche il Paris Saint-Germain

L’attaccante belga sostituirebbe Cavani, a un passo dall’addio

 ROMA, 07 MAG – Il futuro calcistico di Dries Mertens è sempre un rebus. L’attaccante belga, da settimane ormai, viene accostato a diversi club, fra i quali a turno l’Inter, il Chelsea e l’Atletico Madrid. Adesso è la volta del Paris Saint-Germain, almeno secondo quanto scrive Voetbalkrant.com. La società francese penserebbe all’attaccante belga per sostituire Edinson Cavani, ormai a un passo dall’addio al Parco dei Principi perché in scadenza di contratto. Anche Mertens è in scadenza e difficilmente rinnoverà con il Napoli, club del quale è divenuto il cannoniere più prolifico della storia.

Infermiera violentata in un parcheggio a Napoli, preso l’aggressore

Alle 15 in pieno giorno. ‘Ho chiesto aiuto ad una passante che non è intervenuta’ racconta

Una infermiera di 48 anni è stata violentata a Napoli, domenica intorno alle 15, in pieno giorno, da un immigrato irregolare del Senegal, poi bloccato dalle forze dell’ordine. La donna, dopo aver concluso il proprio lavoro (in una struttura attualmente impegnata in progetti per l’assistenza ai malati post-covid), attendeva un bus in corso Arnaldo Lucci e si trovava da sola su una panchina nei pressi del Metropark.
    L’aggressore le si è avvicinato ed è iniziato un incubo lungo almeno 45 minuti, racconta la vittima sottolineando di aver visto a un certo punto una passante, gridandole una richiesta di aiuto che non è stata raccolta. Poi è giunto il bus, il cui autista è sceso per intervenire ed è arrivata anche una pattuglia dell’esercito impegnata in pattugliamento. Infine la Polizia di Stato che ha fermato l’aggressore portandolo in carcere.