Musica: Sannino, in un CD ‘Carosone l’Americano di Napoli’

Dal musical di Vacalebre, 14 successi e l’inedito ‘A signora!’

Carosone l’americano di Napoli’ contiene quattordici i brani di successo da Tu vuo’ fa’ l’americano, Torero, Maruzzella, Caravan petrol, Pigliate na pastiglia e ‘O sarracino, ed anche un inedito, ‘A signora!’.
    ”Renato la scrisse nel 1993, un anno dopo l’uscita al cinema di Basic instinct – spiega Vacalebre, che ha curato anche la direzione artistica dell’album – ed è la storia di una signora ‘di rimpetto’, un po’ esibizionista, che alla finestra, si veste e si sveste e, soprattutto accavalla e scavalla, le sue magnifiche gambe: una Sharon Stone vera cerimasta negli archivi sino all’anno scorso”. Gli arrangiamenti sono curati da Lorenzo Hengeller. Con Andrea Sannino, lo stesso Hengeller al pianoforte, Giovanni Imparato (percussioni),Pietro Botte (chitarra e voce), Forlenzo Massarone (voce), Rocco Di Maiolo (sax e clarinetto),Gaetano Diodato (contrabbasso) e Annibale Guarino (sax). Lo spettacolo Carosone, l’americano di Napoli, regia di Nello Mascia, è stato prodotto da Gestione attività teatrali di Roberta Starace Caccavale, in collaborazione con il TrianonViviani ed era stato programmato originariamente nel 2020 dal teatro Augusteo e dallo stesso teatro della Canzone napoletana di Forcella, in occasione del centenario della nascita del maestro di Pianofortissimo. Il musical dovrebbe andare in scena nei due teatri quest’anno, anche nel ricordo del ventennale della scomparsa del musicista. Il protagonista è Andrea Sannino, il cantautore di ‘Abbracciame’.
    Con lui, una compagnia giovanissima, con band e dj in scena, e un corpo di ballo electroswing racconteranno il più moderno dei musicisti italiani, ma anche Gegè Di Giacomo, Peter Van Wood, Fred Buscaglione, sex symbol maggiorate dell’epoca come Maruzzella, tra filmati, scenografie digitali, suoni vintage e remix.

Covid: Campania; quasi duemila positivi, incidenza stabile

Le nuove vittime sono 33, netto calo occupazione degenze (-45)

NAPOLI, 29 APR – Sono 1.986 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 21.943 test molecolari esaminati. Il tasso di incidenza è del 9,05%, praticamente identico a quello di ieri (9,01).

Il bollettino dell’Unità di crisi segnala anche 33 vittime (ieri 31) e 1.871 guariti. La stabilità dei dati si riflette anche sull’occupazione delle terapie intensive (137, una in più di ieri) mentre cala nettamente quella delle degenze, che si attesta a quota 1.462 (-45).

Giovane donna uccisa nel Napoletano, è stata violentata

Soccorsa dal 118 ma deceduta poco dopo per coltellate all’addome

E’ stata trovata in fin di vita nel cortile di un condominio nel pieno centro di Pompei, con tre ferite da arma da taglio all’addome, entrambe le caviglie spezzate e sul corpo i segni di una probabile violenza sessuale. E’ morta così questo pomeriggio una studentessa universitaria, Grazia Severino, che avrebbe compiuto 24 anni proprio domani.

Un decesso che ha suscitato orrore anzitutto tra i soccorritori, per le condizioni straziate del corpo, e che sta impegnando gli investigatori per ricostruire una dinamica che appare sempre più aggrovigliata e complessa con il passare dei minuti, tanto da non permettere al momento di escludere alcuna pista. Una cosa appare certa: Grazia è stata soccorsa da una ambulanza del 118 nel cortile dei box auto di un condominio di via Carlo Alberto, prima traversa, dopo una caduta dal quarto piano dell’edificio, probabile motivo della frattura delle caviglie.

Sul motivo della caduta e su ciò che possa essere accaduto prima, sulle profonde ferite all’addome (che potrebbero essere state inferte con un paio di forbici) e sui segni di abusi sessuali restano aperte tutte le ipotesi. La giovane donna non viveva in quello stabile – che dista meno di 400 metri dalla basilica-santuario della Madonna del Rosario, meta prima del covid di milioni di pellegrini ogni anno – ma in via Plinio, ai confini tra Pompei e Torre Annunziata. I carabinieri stanno ascoltando familiari e amici per ricostruire le ultime ore di vita di Grazia, capire perché si fosse recata in quel palazzo, quale fosse il suo stato d’animo.

24enne morta a Pompei, indagini non escludono alcuna pista

Caduta dal IV piano,ferite all’addome e segni di possibili abusi

 NAPOLI, 29 APR – Sono in pieno svolgimento e per ora non escludono alcuna pista le indagini sulla morte di Grazia Severino, 24 anni, studentessa universitaria di Pompei deceduta per gravi ferite d’arma da taglio all’addome e sul cui corpo sono state trovate tracce riconducibili a una aggressione di tipo sessuale. La giovane è stata soccorsa nell’area box auto di un condominio di via Carlo Alberto, prima traversa, ma viveva ad alcune centinaia di metri di distanza, in via Plinio, ai confini con Torre Annunziata.

La frattura di entrambe le caviglie, riscontrata dai medici, sarebbe dovuta ad una caduta dal quarto piano dello stabile dove poi il corpo è stato trovato. Le indagini dei carabinieri sono coordinate dalla procura di Torre Annunziata, pm Antonio Barba. 

Covid: in Campania oltre 1.800 casi, cala tasso di incidenza

Le nuove vittime sono 31, invariata occupazione intensive

NAPOLI, 28 APR – Sono 1.844, di cui 497 sintomatici, i nuovi positivi al Covid 19 in Campania, su 23.004 tamponi molecolari esaminati. Il tasso di incidenza cala di un punto percentuale e si attesta all’8,01% contro il 9,17 di ieri.

Il bollettino odierno dell’Unità di crisi segnala anche 31 vittime e 1.689 guariti. Invariata l’occupazione delle terapie intensive (136) mentre quella delle degenze ordinarie resta sostanzialmente stabile a quota 1.507 (+1).

In vendita a Capri la villa di De Sica

Immobile fa parte della storica dimora ‘I quattro venti’

28 APR – La villa che Christian De Sica e la moglie Silvia Verdone possiedono a Capri dal 1996 è ora in vendita in esclusiva con Lionard Luxury Real Estate di Firenze. La casa fa parte de ‘I quattro venti’, una delle dimore storiche che hanno contribuito al mito dell’isola azzurra: progettata e fatta costruire alle pendici del monte Solaro tra il 1900 e il 1903 dal pittore e poeta simbolista statunitense Elihu Vedder fu poi venduta a un altro artista americano, Earl Henry Brewster che vi ospitò tra gli altri l’autore de ‘L’amante di lady Chatterley’, lo scrittore inglese D.H.Lawrence. Passata nuovamente di proprietà alla fine degli anni Trenta ‘I quattro venti’ è stata frequentata anche da altri artisti tra cui Joseph Beuys, che a Capri ha dedicato una sua celebre opera e Cy Twombly.
    La villa di Christian De Sica e della moglie Silvia Verdone è stata realizzata, in stile caprese, in quello che fu lo studio d’artista di Vedder, in una posizione che offre una vista su Capri e contemporaneamente sulla baia di Napoli e sul golfo di Salerno. Si sviluppa complessivamente su 250 metri quadrati di interni, suddivisi su due piani ed è circondata da un giardino con alberi di agrumi e olivi. Vicino, ma indipendente dalla villa, si trova la dependance utilizzata come zona Spa, con sul tetto una delle terrazze panoramiche della proprietà.
    “E’ un momento particolarmente favorevole per il mercato degli immobili di pregio in Italia – afferma Dimitri Corti, amministratore delegato di Lionard Luxury Real Estate -, le ville al mare si confermano un asset tra i più richiesti e ambiti, soprattutto in location esclusive come Capri”. 

Lavoro: in Campania percorso condiviso Agis-Cgil, Cisl e Uil

Grispello, ‘difendere imprese e lavoratori cultura e spettacolo’

NAPOLI, 28 APR – “Lavoreremo insieme per difendere le imprese ed i lavoratori della cultura e dello spettacolo”.
    Con queste parole Luigi Grispello, presidente dell’Unione AGIS della Campania, rende noto l’inizio di una sinergia tra le imprese di teatro, cinema, musica, danza e spettacolo viaggiante della regione e le rappresentanze sindacali del settore di Cgil, Cisl e Uil. Un’intesa completa, si sottolinea, “sulle numerose criticità che avversano il comparto in Campania” è quanto emerge al termine di un incontro, tenutosi in videoconferenza, che ha condiviso con i sindacati le istanze di un settore fortemente colpito dalla crisi. “Una deriva pericolosa – si evidenzia – che ancor più oggi, nel confronto con altri territori del nostro Paese, potrebbe causare un tracollo del sistema, gravemente danneggiato oltre che dalla prolungata inattività imposta dalla pandemia anche da endemici ritardi e inaccettabili sperequazioni nella distribuzione delle risorse tra le regioni del nord e quelle del Sud Italia”. “L’incontro con Cgil, Cisl e Uil ha evidenziato una condivisione di intenti – continua Grispello – che rende possibile un percorso comune che ci unirà nella ricerca di strategie condivise e nella formulazione di proposte mirate da sottoporre sia al governo centrale che all’istituzione regionale”.
    Dai sindacati la proposta di istituire un tavolo tecnico permanente che possa affrontare questioni urgenti, come ad esempio l’adeguamento delle risorse regionali agli standard nazionali o l’istituzione di un registro unico delle figure professionali operanti nel settore cultura e spettacolo.
    All’incontro promosso dall’Unione AGIS Campania hanno partecipato i rappresentanti regionali delle tre sigle sindacali e i presidenti di Artec (teatro), Sistema Med (musica e danza), Anec (cinema) e Anesv (spettacolo viaggiante). 

Vaccini: Procida, al via campagna massa per isola covid free

Entro il fine settimana somministrazione a tutta la popolazione

PROCIDA (NAPOLI), 28 APR – Dalle 9 di oggi ha preso il via la campagna vaccinale di massa che punta a fare di Procida la prima isola italiana covid free; alle 13.00 erano stati circa 200 i vaccinati della categoria over 50 prevista per oggi mentre domani tocca alla fascia di età compresa tra 40 e 49 anni. Le vaccinazioni vengono effettuate al Municipio dove sono state sospese tutte le attività di ufficio; l ‘Asl Napoli 2 Nord conta di procedere alla somministrazione del vaccino a tutta la popolazione dell’isola – capitale italiana della cultura 2022 – entro il weekend.  “Le operazioni stanno proseguendo fluide, con un’ottima partecipazione della popolazione” spiega il sindaco Dino Ambrosino che per invitare i procidani a vaccinarsi ha utilizzato in queste ore anche una app che ha chiamato in automatico il telefono fisso di 2000 famiglie procidane e riprodotto un messaggio registrato con la voce del primo cittadino che ricorda di aderire alla campagna vaccinale e fornisce anche informazioni utili sull’iniziativa.

Minacce in famiglia per acquistare droga, 2 arresti della PS

Botte a sorella, e genitori da due tossicodipendenti

 NAPOLI, 28 APR – La Polizia è intervenuta ieri a Napoli per due episodi di maltrattamenti in famiglia, nati da richieste di denaro per acquistare dosi di droga.
    Gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato sono accorsi , dopo una segnalazione, in un’ abitazione di via Peppino de Filippo.


    Qui un 52 enne. già denunciato in passato, colpiva con calci e pugni la porta d’ ingresso di un appartamento e minacciava di morte la sorella, che si era barricata all’interno.
    La donna ha raccontato ai poliziotti che il fratello – come già altre volte in passato – le aveva chiesto dei soldi e, al suo rifiuto, l’aveva minacciata ed aggredita. Il 52 enne è stato arrestato.
    In serata, secondo intervento al Rione Sanità, in un’ abitazione in via Antonio Villari.
    Quando gli agenti sono arrivati, sono stati avvicinati da una coppia di coniugi che hanno raccontato di essere stati aggrediti a calci e pugni dal figlio per il loro rifiuto di dargli ancora del denaro.
    L’ uomo, un 32 enne di Napoli già denunciato in precedenza, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali.

Covid: il San Carlo riapre con ‘La Traviata’

Dal 14 maggio al 23 maggio, torna il pubblico in presenza

 NAPOLI, 28 APR – Il Teatro di San Carlo riapre al pubblico ‘in presenza’ il 14 maggio (ore 19) con ‘La Traviata’ di Giuseppe Verdi in forma semiscenica, regia di Marina Bianchi e direzione di Karel Mark Chicon. Protagonista nei panni di Violetta Valéry è il soprano Ailyn Pérez che si alternerà con Aleksandra Kurzak; i tenori Leonardo Caimi e Ivan Magrì saranno Alfredo Germont, George Gagnidze sarà Giorgio Germont. Repliche fino al 23 maggio. Con la Campania in zona gialla il massimo napoletano riapre quindi in sicurezza dopo mesi di programmazione on line. Il 29 maggio (ore 19.00) Juraj Valčuha dirigerà l’Orchestra nella Sinfonia n. 2 in re maggiore op.73 di Johannes Brahms e in Langsamer Satz di Anton Webern; il 5 giugno alle 19.00 Josè Luis Basso dirigerà Carmina Burana di Carl Orff ; il 6 giugno alle 18.00 recital del violinista Renaud Capuçon con al pianoforte Guillaume Bellom, musiche di Fauré, Camille Saint-Saëns, César Franck. Trentatrè gli spettacoli e 19 gli eventi in totale fino 31 luglio 2021. La rassegna Regione Lirica vedrà sul palcoscenico in Piazza del Plebiscito le star internazionali Elīna Garanča in Carmen di Georges Bizet (il 25 e il 27 giugno); e Anna Netrebko, Luca Salsi, Anita Rachvelishvili, Yusif Eyvazov per Il Trovatore di Giuseppe Verdi (il 15 e il 17 luglio); Il 4 luglio balletto Da Petipa a Nureyev, il 7 luglio concerto di Valčuha, solista il mezzosoprano Ekaterina Semenchuk. Si torna in teatro dal 25 al 31 luglio con L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti per la regia di Damiano Michieletto con la direzione di Riccardo Frizza. Protagonisti Rosa Feola (Adina), Xabier Anduaga (Nemorino), Gabriele Viviani (Belcore) e Nicola Alaimo (Dottore Dulcamara) e Francesca Benitez (Giannetta). Ripartono anche alle visite guidate al teatro e al museo Memus nei weekend.