Abusi su ex guida: condannato presidente Napoli Sotterranea

Un anno e 8 mesi per violenza (pena sospesa). No a provvisionali

NAPOLI, 06 LUG – La quinta sezione del Tribunale di Napoli (collegio A, presidente Cristiano) ha condannato a un anno e otto mesi di reclusione (pena sospesa) Vincenzo Albertini, 59 anni, presidente dell’associazione culturale “Napoli Sotterranea” accusato di violenza sessuale da una sua ex collaboratrice, Grazia Gagliardi, di 34 anni. Riconosciuta dai giudici la violenza sessuale ma di minore gravità. L’imputato è stato anche condannato all’interdizione temporanea dai pubblici uffici (anche questa pena è stata sospesa). Inviati in Procura gli atti relativi a cinque testimoni della difesa, per ulteriori approfondimenti. Il pm Barbara Aprea, lo scorso 20 gennaio, al termine della requisitoria, aveva chiesto sette anni di reclusione per Albertini, che è stato difeso dagli avvocati Sergio Pisani e Maurizio Zuccaro. Rigettata le richieste di provvisionale: l’avvocato Alessandro Eros D’Alterio, legale di parte civile della Gagliardi, e il legale del Comune di Napoli, Marco Buzzo, avevano chiesto, rispettivamente, 250mila euro e 50mila euro di provvisionale. Albertini (che non era presente in aula, mentre era presente la vittima) venne rinviato a giudizio il 3 luglio 2019, dal gup di Napoli Anna Tirone, che accolse la richiesta del pm Stella Castaldo. Lo scorso 10 febbraio il Comune di Napoli ha annunciato il mancato rinnovo concessione del sito di “Napoli Sotterranea” e l’affidamento transitorio del sito, per 4 anni, ad un’azienda partecipata comunale. “Questa sentenza – hanno commentato gli avvocati Sergio Pisani e Maurizio Zuccaro, legali di Albertini – è un primo passo verso l’accertamento delle verità che certamente avverrà dinnanzi ai giudici della Corte di Appello”. “Andremo avanti per il risarcimento nelle sedi competenti, – ha fatto sapere invece l’avvocato Alessandro D’Alterio – anche la mia cliente finita sotto processo e la Giuria ha creduto alla sua versione dei fatti mentre l’imputato stato ritenuto responsabile del reato ascrittogli. Grazia è soddisfatta della condanna, ha capito che la pena è stata ridotto in virtu’ di attenuanti ma, ribadisco, la violenza c’è stata nelle modalità che lei ha sempre sostenuto”.

Camorra: a Napoli in esecuzione 51 misure cautelari

Operazione cc-ps. Associazione per delinquere di tipo mafioso

NAPOLI, 07 LUG – Dall’alba è in corso a Napoli una operazione di carabinieri e polizia nei quartieri di San Pietro a Patierno, Secondigliano e Scampia. In esecuzione, con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, 51 misure cautelari a carico di altrettante persone ritenute affiliate al clan camorristico “Vanella Grassi”. Sono ritenuti gravemente indiziati di associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata alla commissione di una pluralità di reati e di altre attività illecite (traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e detenzione illegale di armi).

Gemelli in scooter contro auto, uno muore l’altro è grave

Nel Casertano ieri sera, stavano tornando dal mare

NAPOLI, 06 LUG – Un 19enne morto e il gemello ferito gravemente: è il drammatico bilancio di un incidente avvenuto nella serata di ieri a Castel Volturno, nel Casertano, tra lo scooter su cui viaggiavano i due fratelli, residenti nel vicino comune di Villa Literno, e un’auto condotta da una donna della Sierra Leone.
    I carabinieri della Compagnia di Mondragone hanno accertato che i due gemelli stavano tornando da una giornata di mare, e percorrevano via Veneto nella località Pinetamare, quando hanno impattato violentemente contro la vettura della donna che viaggiava nella stessa direzione, e si accingeva a girare in una traversa sulla sinistra. I due centauri, che da quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, sembra non indossassero il casco, sono volati dalla sella andando a sbattere contro una recinzione; uno dei gemelli, Salvatore Carmellino, è morto sul colpo, l’altro è stato condotto in gravi condizioni alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

Serie A: Napoli Roma 2-1, Azzurri agganciano il quinto posto.

Nella ripresa i gol di Callejon, Mikhitaryan e ‘perla’ di Insigne

Il Napoli batte una Roma in chiara ripresa, ma comunque alla terza sconfitta consecutiva, e raggiunge i giallorossi al quinto posto in classifica. La partita è divertente, anche se giocata su ritmi non troppo elevati. Le occasioni da gol prodotte dalla due squadre sono moltissime e il merito maggiore della squadra di Gattuso, rispetto a quella di Fonseca – rassicurato dalle parole di Pallotta, ma sempre sotto processo nell’ambiente romano – , è di essere più cinica e concreta. Insigne è il migliore in campo, autore di una gara sontuosa, culminata nel finale di gara con un gol dei suoi, con tiro a giro sul secondo palo, davvero di notevole bellezza. Il Napoli, dopo la sconfitta di Bergamo che l’ha irrimediabilmente allontanato dalla zona-Champions, non ha molto da chiedere al campionato, anche perchè già qualificato ai gironi di Europa League grazie alla conquista della Coppa Italia.

La Roma, che invece è in piena lotta per aggiudicarsi un posto in Europa nella prossima stagione, appare più decisa a raggiungere un risultato positivo e lo schieramento adottato da Fonseca, un 3-5-2 che tiene con buona continuità Zappacosta e Spinazzola sulle due fasce a centrocampo, proiettati spesso all’offensiva, dà i suoi frutti. La squadra è molto più solida e presente a se stessa di quanto non si sia visto negli ultimi tempi. Nel primo tempo è il Napoli a costruire le migliori occasioni da gol. Gli azzurri, in particolare, vanno molto vicini al gol del vantaggio al 33′ quando Milik devia di testa un traversone di Mario Rui. La palla batte sulla traversa e torna in campo. Callejon colpisce a sua volta di testa ma la sua conclusione finisce alta sopra i legni della porta di Lopez. Nella ripresa il Napoli comincia a manovrare con ritmi più intensi e la Roma è costretta a difendersi fin quando, al 10′, gli azzurri trovano il gol del vantaggio. Su traversone da sinistra di Mario Rui si fa trovare pronto a centro area Callejon il quale anticipa Ibanez e devia il pallone in fondo alla rete.

La Roma tuttavia è in grado di trovare la forza per replicare e si riversa nella metà campo avversaria in cerca del pareggio. Il gol dei giallorossi arriva dopo appena cinque minuti, grazie a Mikhitaryan che, servito da Dzeko in contropiede, si incunea nella difesa avversaria e batte Meret con un rasoterra angolato. La gara diventa equilibrata con costanti capovolgimenti di fronte. Nella Roma Fonseca manda in campo al posto di Kluivert, Niccolò Zaniolo che riprende il suo posto dopo la lunghissima assenza dovuta all’intervento di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio. Il Napoli si fa più insistente e trova il gol della vittoria al 37′ con una straordinaria conclusione a giro di Insigne che s’insacca sul palo alla sinistra di Lopez. Dopo due minuti gli azzurri potrebbero chiudere la partita con Mertens sul cui rasoterra da sinistra Lopez si supera e devia in angolo. Il Napoli piuttosto che difendersi preferisce attaccare fino alla fine e la Roma non è in grado di mettere a segno il colpo decisivo. Finisce con gli azzurri in attacco. La Roma dovrà ancora sudare per raggiungere l’ Europa.

In Campania la scuola riaprirà il 24 settembre

Fortini, poco serio aprire il 14 e richiudere dopo pochi giorni

NAPOLI, In Campania la scuola inizierà il 24 settembre. Una scelta anticipata da tempo dall’assessore regionale all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili Lucia Fortini, ma fatta ieri dopo il tavolo con i sindacati e le associazioni di genitori. “Una decisione – dichiara l’assessore- presa con rabbia ed amarezza ma non c’era altra possibilità.
    Aprire il 14, come ha suggerito la Ministra, e poi chiudere per la preparazione dei seggi elettorali in vista del voto del 20 e 21 settembre, avrebbe significato mandare i ragazzi a scuola per non più di tre giorni, considerato che in tutti gli istituti l’inizio delle lezioni è sempre scaglionato tra le diverse classi. E questo non è serio, per i docenti, per gli studenti, per le famiglie. Mai come quest’anno, che ha così profondamente ferito il mondo della scuola, il ritorno tra i banchi deve essere un momento solenne. L’istruzione è un diritto e dunque lo Stato ha il dovere di tutelarlo e di garantirne sempre l’esercizio. Anche prima delle elezioni”.

Smantellata banda pusher figlio boss Casalesi

Da appalti a spaccio. 17 arresti. Stupefacenti dal Napoletano

NAPOLI, 06 LUG – Una banda dedita allo spaccio di droga con il “marchio” del clan dei Casalesi, in quanto capeggiata dal figlio di un importante esponente della cosca detenuto al 41bis, è stata smantellata dai carabinieri con 17 arresti (15 in carcere e 2 ai domiciliari) e un divieto di dimora. L’indagine, coordinata dalla Dda, ha consentito di scoprire il gruppo di pusher, guidato da Francesco Caterino, 31 anni, figlio di Giuseppe, detto “peppinotto”, boss della famiglia Schiavone, molto vicino al capoclan Francesco “Sandokan” Schiavone. “Peppinotto” fu tra i primi esponenti a investire i guadagni della cosca in Emilia Romagna, e in particolare nella provincia di Modena. Il figlio Francesco, in tempi in cui quasi tutti gli elementi apicali del clan sono in cella, era entrato nel redditizio business dello spaccio, un coinvolgimento diretto nel settore, piuttosto inusuale per un clan che fino a qualche anno si occupava soprattutto di appalti pubblici. Cocaina, hashish e marijuana venivano acquistate tra nel Napoletano e rivenduta nel Casertano.

Fitti estivi, controlli Carabinieri ad Ischia e Procida

Denunce per droga e multe per violazione al divieto di sbarco

NAPOLI, 05 LUG – I Carabinieri della compagnia di Ischia – nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli – hanno intensificato i controlli per monitorare i flussi turistici: in totale nelle ultime ore sono state identificate 287 persone e controllati 112 veicoli.
    Tra gli obiettivi dei controlli – oltre alla repressione e prevenzione dei reati – anche il contrasto del fenomeno delle affittanze abusive: i militari della stazione di Procida hanno denunciato un 28enne ed una 40enne del posto perché non avevano comunicato all’autorità di polizia di aver dato in locazione il proprio appartamento; i militari hanno anche controllato 28 affittuari di altrettante abitazioni ad Ischia, risultati regolarmente comunicati.
    A Forio i militari hanno denunciato per detenzione e coltivazione di droga un 44enne del luogo trovato in possesso di 30 grammi di marijuana; perquisita anche l’abitazione dove sono state sequestrate due piante di cannabis indica alte quasi 120 centimetri.
    Controlli anche sulle strade isolane a seguito dei quali sono state elevate 15 contravvenzioni, 3 di queste per la violazione al divieto di sbarco e circolazione per i veicoli intestati a residenti nella Regione Campania.

Ecco ‘Gocce d’Acqua’, installazione artistica collettiva

Tutela bene comune, a Marigliano coinvolti 44 artisti e studenti

NAPOLI, 05 LUG – Un’opera d’arte tridimensionale realizzata da un gruppo di artisti (pittori, scultori e studenti di diverse località della Campania) che hanno dipinto sagome lignee di gocce, 180, di varie dimensioni: è “Gocce d’Acqua” dedicata alla valorizzazione del patrimonio idrico campano.
    Hanno partecipato alla realizzazione dell’opera 44 artisti e oltre 100 allievi di sette istituti scolastici. L’installazione artistica é visitabile fino a domani, 6 luglio,, nella Chiesa dell’Annunziata-Parrocchia di Santa Maria delle Grazie di Marigliano (Napoli). L’opera collettiva realizzata dall’Associazione Culturale Terre di Campania, presieduta da Maddalena Venuso, e ideata da Giuseppe Ottaiano, autore delle immagini raccolte nel volume Terra d’Acque, seconda pubblicazione della collana editoriale Campania Bellezza del Creato, “vuole rendere concretamente visibile il richiamo alla bellezza che la natura ci offre in tante forme differenti” spiegano i promotori dell’iniziativa.

La prima esposizione, prevista in primavera, è stata rinviata a causa dell’emergenza dovuta al diffondersi del COVID_19, ma l’installazione è stata di recente protagonista di un tour virtuale e di un video girati all’interno del Battistero Paleocristiano di Santa Maria Maggiore a Nocera Superiore (Salerno). “In questi giorni – rileva Maddalena Venuso – viene esposta al pubblico, per la prima volta, nella città in cui vive e opera il suo ideatore, come un omaggio a Maria Santissima delle Grazie, a cui è intitolata la Chiesa Collegiata, e la cui prima Grazia è legata all’acqua, quando alle Nozze di Cana ottiene che il Figlio muti l’acqua in vino. Quale dedica migliore per un’ installazione artistica come ‘Gocce d’Acqua’, una modalità differente ed innovativa per divulgare e invitare a rispettare il patrimonio naturale del territorio campano?”.
    Organizzata in una disposizione complessa, “Gocce d’Acqua” invita l’osservatore a compiere un percorso tematico alla riscoperta dell’acqua, con l’obiettivo di valorizzarla e tutelarla come risorsa preziosa e indispensabile per la vita dell’uomo e di ogni essere vivente, bene comune che spesso viene dato per scontato, risorsa fondamentale per ogni forma di vita e per gli ecosistemi dove esse abitano.

Movida in centro storico a Napoli, controlli Polizia

Per rispetto regole in locali pubblici e contro parcheggiatori

NAPOLI, 05 LUG – Gli agenti del commissariato Decumani, con il supporto degli equipaggi del reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio che ha interessato il centro storico a Napoli, tra via Monteoliveto, vico Carrozzieri, piazza del Gesù, via Mezzocannone, via De Marinis e via Costantinopoli, finalizzato a garantire il regolare svolgimento della “movida”.
    L’attività ha consentito di identificare 99 persone e di controllare 33 veicoli. Durante la serata è stato denunciato un uomo sorpreso ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo al quale è stato anche notificato un ordine di allontanamento.
    In vico Carrozzieri a Monteoliveto sono stati controllati due locali: nel primo un dipendente è stato denunciato per aver somministrato degli alcolici a dei minori, in particolare per aver servito un cocktail a base di bevande alcoliche ed energizzanti, ed è stato altresì denunciato il titolare per la mancata vigilanza nella conduzione dell’esercizio commerciale in quanto assente all’atto del controllo; nel secondo locale il titolare è stato denunciato per inosservanza del provvedimento di cessazione “ad horas” dell’attività di somministrazione di cibi e bevande emanato dal Comune di Napoli, essendo già stata riscontrata precedentemente la mancanza di licenza di somministrazione.

Serie A: Atalanta-Napoli 2-0

Pasalic e Gosens determinano il risultato del posticipo

02 LUG – Atalanta batte Napoli 2-0 in un posticipo della 29/a giornata di serie A, risultato che proietta i bergamaschi verso un quasi sicuro approdo in Champions e lo precludono alla squadra di Gattuso, che interrompe la sua rincorsa. Di Pasalic e Gosens, a inizio ripresa, le reti che hanno deciso l’incontro.