Tag Archive : capodanno

Agguato all’ora di cena. Il nome della vittima

Poco dopo le ore 19:00 del 31 dicembre c’è stata una sparatoria in via Domenico Mocerino ad Afragola. Luigi Mocerino, 38 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco, mentre si trovava in strada e stava accigendosi ad entrare in una salumeria del centro cittadino.

La vittima, già nota alle forze dell’ordine, era residente ad Acerra.

Sul caso indagano i carabinieri della stazione di Casoria. E’ caccia ai colpevoli.

L’arma era caricata a salve

Dal balcone di casa ha esploso colpi con una pistola a salve durante i festeggiamenti di Capodanno. È accaduto in via Ferrara, a Napoli, dove un uomo è stato denunciato grazie alla segnalazione di un cittadino. Sono stati gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante un servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa, ad intervenire.

Giunti sul posto, sono stati avvicinati da chi aveva fatto la segnalazione che ha indicato loro l’appartamento da cui aveva notato un uomo sparare. I poliziotti lo hanno controllato trovandolo in possesso di una pistola a salve calibro 8 modello “Bruni”. Un 48enne napoletano è stato denunciato per accensioni ed esplosioni pericolose mentre la pistola è stata sequestrata.

A un uomo sono saltate le dite mentre un altro ha perso un occhio

Sale a 16 il bilancio dei feriti per i botti di Capodanno tra Napoli e provincia. Secondo i dati aggiornati della Questura di Napoli, a restare ferito c’è anche un 18enne di Ponticelli, periferia di Napoli. Dei 16 feriti, 13 sono solo nella città di Napoli e cinque sono minorenni. In provincia i ferimenti si sono verificati a Frattamaggiore, per un maggiorenne ed un minorenne, e a Pozzuoli dove per la ferita alla mano di un minorenne la prognosi è di trenta giorni.

Nella maggior parte dei casi, i feriti dei botti di Napoli sono ricorsi alle cure del pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini per lesioni alle mani. Nove gli accessi al reparto chirurgia della mano: ad un 77enne è scoppiato un petardo mentre lo lanciava e questo ha determinato una amputazione apicale delle dita. Un uomo trasferito da Caserta ha perso l’occhio destro e diversi sono stati anche i traumi acustici riscontrati. Feriti anche all’ospedale San Paolo dove si è intervenuti per un corpo estraneo in un occhio e lesioni ad una mano per un 18enne.

Si parte dal 30 dicembre

Dispositivo di traffico reso noto dal Comune di Napoli in vista del Capodanno a Napoli. Ecco tutte le decisione prese per consentire il regolare svolgimento delle manifestazioni in Piazza del Plebiscito e sul lungomare, programmate per i giorni 30 e 31 dicembre 2022 e 1° gennaio 2023.

1)   Dalle ore 18.00 del 30 Dicembre 2022 e fino a cessate esigenze del 31 Dicembre 2022:
A) istituire il divieto di transito veicolare, eccetto i veicoli di emergenza, di soccorso e delle Forze dell’Ordine:
1. nelle carreggiate di piazza del Plebiscito antistanti la Prefettura e il Commiliter;
2. in via Vittorio Emanuele III e via San Carlo, dall’intersezione del ramo per la svolta a sinistra proveniente da piazza Municipio a quella di piazza Trieste e Trento;
3. in via Solitaria, piazzetta Salazar, rampe Paggeria eccetto: i veicoli dei residenti, i veicoli muniti di contrassegno “H” con invalido a bordo, i veicoli per le emergenze ed il soccorso, che circoleranno a senso unico alternato;
4. piazza Santa Maria degli Angeli, via G. Serra, piazza Carolina, via Monte di Dio, via Chiaia e via Nicotera (tratto da via Santa Teresella degli Spagnoli a piazza Santa Maria degli Angeli) eccetto: i veicoli dei residenti, i veicoli muniti di contrassegno “H” con invalido a bordo diretti ai passi carrai sui tratti interessati dal divieto, i veicoli per le emergenze ed il soccorso;
5. in via Cesario Console;
B ) istituire:
1. in piazza Carolina, dalla confluenza di via Gennaro Serra a quella di via Chiaia, e in via Chiaia, dalla confluenza di piazza Carolina a quella di piazza Trieste e Trento, il senso unico di circolazione da piazza Carolina a piazza Trieste e Trento;
C) sospendere i posteggio delle autovetture in servizio pubblico non di linea (taxi) in piazza Carolina e in via San Carlo.
2) Dalle ore 18.00 del 31 Dicembre 2022 e fino a cessate esigenze del 1 Gennaio 2023:
A) istituire il divieto di transito veicolare, eccetto i veicoli di emergenza, di soccorso e delle Forze dell’ Ordine:
1. nelle carreggiate di piazza del Plebiscito antistanti la Prefettura e il Commiliter;
2. in via Vittorio Emanuele III e via San Carlo, dall’intersezione del ramo per la svolta a sinistra proveniente da piazza Municipio a quella di piazza Trieste e Trento;
3. in via Solitaria, piazzetta Salazar, Rampe Paggeria eccetto: i veicoli dei residenti, i veicoli muniti di contrassegno “H” con invalido a bordo, i veicoli per le emergenze ed il soccorso, che circoleranno a senso unico alternato;
4. piazza Santa Maria degli Angeli, via G. Serra, piazza Carolina, via Monte di Dio, via Chiaia e via Nicotera (tratto da via Santa Teresella degli Spagnoli a piazza Santa Maria degli Angeli) eccetto: i veicoli dei residenti, i veicoli muniti di contrassegno “H” con invalido a bordo diretti ai passi carrai sui tratti interessati dal divieto, i veicoli per le emergenze ed il soccorso;
5. in via Cesario Console;
6. in via Ammiraglio Ferdinando Acton nel tratto compreso tra l’ingresso/uscita della Galleria della Vittoria e via Nazario Sauro;
7. in via Santa Lucia nel tratto che da via Chiatamone adduce a via Partenope;
8. in via Alessandro Dumas padre;
9. in via Orsini nel tratto che adduce a via Partenope;
10. in Borgo Marinari;
11. in via Nazario Sauro dalla confluenza con via Lucilio;
12. in via Nardones dalla confluenza con piazza Trieste e Trento;
B) sospendere:
1. i parcheggi taxi in via San Carlo, via Santa Lucia alla confluenza con via Partenope e in piazza Carolina;
2. la pista e i percorsi ciclabili nei tratti interessati dalle manifestazioni;
C) istituire:
1. l’obbligo, per i veicoli circolanti in via Carlo de Cesare, di svoltare a sinistra all’intersezione di via Toledo;
2. il senso unico di circolazione in via Toledo dall’intersezione di via Carlo de Cesare a quella di via Santa Brigida;
3. l’obbligo per i veicoli circolanti in piazza Carolina di svoltare a sinistra all’intersezione di via Chiaia;
4. il divieto di sosta con rimozione coatta in via Cesario Console, da piazza Plebiscito e fino a via Santa Lucia,
eccetto per i veicoli dei possessori di posto H personalizzati.
3) Dalle ore 1.00 del 1 Gennai o 2023 a cessate esigenze dello stesso giorno, in caso di necessità per motivi di sicurezza veicolare e pedonale stabiliti dal Servizio Polizia Locale, il divieto di transito veicolare in via Chiatamone eccetto  i veicoli dei residenti diretti ai passi carrai, i veicoli di emergenza, di soccorso e delle Forze dell’Ordine.
Attesa la natura temporanea della manifestazione sarà cura del Servizio Polizia Locale stabilire l’orario di attivazione della presente Ordinanza Dirigenziale a secondo delle esigenze del traffico veicolare e pedonale.
Per particolari esigenze di Ordine Pubblico il Servizio Autonomo Polizia Locale è autorizzato ad adottare ogni altro provvedimento di carattere contingente che si ritenga necessario per la disciplina e la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale ed eventualmente potrà adottare tutti i necessari accorgimenti qualora se ne presentasse l’opportunità.

I carabinieri emiliani hanno messo in guardia rispetto al nuovo botto illegale

Come ogni anno è allerta in vista dei botti di Capodanno e per il 2023 la new entry nel mercato nero dei fuochi d’artificio potrebbe essere la “bomba Kvara”, il cui nome prende spunto dal nuovo giocatore e idolo del Napoli. A mettere in guardia è una nota dei carabinieri di Reggio Emilia ricordando l’usanza, che risale a decenni fa, di ‘bombe’ dedicate a personaggi noti ed eventi. Per questo, come sempre, in prossimità delle festività di fine anno il comando provinciale dei carabinieri di Reggio Emilia promuove la campagna di sensibilizzazione ”Usa la testa non rovinarti la festa”, rivolta soprattutto ai giovani, per educarli al corretto uso dei fuochi pirotecnici legali e disincentivare l’acquisto dei pericolosissimi fuochi illegali, che spesso provocano tante vittime. Anche quest’anno, il campionario dei fuochi d’artificio è assortito, ma anche estremamente pericoloso, specie di quelli proibiti. “La new entry, potrebbe quindi essere la ‘Bomba Kvara’, lo spauracchio del Capodanno 2023 che non poteva non essere legata al nuovo idolo calcistico – sottolineano in una nota i carabinieri di Reggio Emilia – Nuovo nome per adeguarsi all’attualità, e con un potenziale distruttivo sempre più grande giacché può contenere sino a 500 grammi di miscuglio esplosivo. Questo il nuovo botto, ovviamente illegale, che pare si stia diffondendo sul mercato parallelo dei fuochi d’artificio per Capodanno che altro non è che la riproposizione potenziata dei consueti e pericolosissimi ordigni che ogni anno vengono ribattezzati seguendo la cronaca e l’attualità del momento”.

Il capoluogo partenopeo tra le mete preferite per festeggiare la fine del 2022 dai turisti di Germania e Paesi Bassi

Napoli è tra le città più scelte dagli europei per festeggiare il Capodanno 2023. In particolare, a preferire il capoluogo partenopeo sono tedeschi e olandesi. Per i visitatori di Paesi Bassi e Germania, infatti, Napoli è la terza scelta, dietro solo a Roma e Milano. A sotenerlo, come riporta l’Agenzia Dire, è il portale jetcost.it.

Ottimo il posizionamento anche tra i viaggiatori italiani, per i quali la città di Partenope si posizione al settimo posto. In questo caso, Napoli riesce a “battere” la concorrenza di Roma (16esima) e Milano (18esima), posizionandosi appena dietro le capitali Parigi, Barcellona, Londra, Amsterdam e Praga. 

Jetcost testimonia che in Italia il turismo è ripartito dopo lo stop forzato causato dal Covid. Le ricerche di voli per la fine di questo 2022 sono aumentate del 230 per cento, mentre quelle di hotel sono aumentate del 180 per cento rispetto all’anno passato. Inoltre, gli utenti passano il 70 per cento di tempo in più nella ricerca di diverse soluzioni, in base al budget e alle date alternative, per trovare l’offerta che meglio si adatta alle loro esigenze. Molti europei che vogliono trascorrere la fine dell’anno lontano da casa, lo faranno in Italia; le città d’arte, la ricca cultura, i piccoli borghi, le tradizioni e la ricca offerta enogastronomica, i buoni alberghi, le infrastrutture e i prezzi più convenienti rispetto ad altri paesi a causa dell’inflazione in Europa hanno reso l’Italia il secondo paese più ricercato su Jetcost per trascorrere l’inizio del 2023, solo dietro alla Spagna e davanti a Portogallo, Francia e Regno Unito.

Jetcost.it analizza regolarmente le ricerche effettuate attraverso il suo sito, in modo da ottenere dati molto affidabili visto che si tratta di ricerche reali e non di sondaggi. I dati che analizzano i risultati delle ricerche di voli dal 26 dicembre 2022 al 4 gennaio 2023. Se per tedeschi e olandesi la classifica riporta Roma, Milano e Napoli, i turisti di altri paesi non hanno optato per Napoli mentre le altre due città sono sempre presenti. I briritannici hanno preferito Milano, Roma e Venezia, così come i francesie, gli Spagnoli e i portoghesi.