Tag Archive : inzaghi

Il tecnico nerazzurro ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’attesissimo match di San Siro

Il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’attesissimo match di campionato contro il Napoli. Ecco quanto evidenziato dal sito ufficiale del club nerazzurro:
L’anno scorso la vittoria sul Napoli segnò una svolta.
“Non vediamo l’ora di ripartire, abbiamo voglia di scendere in campo, lo scorso anno fu una partita emozionante che ci diede un grande slancio. Sappiamo di affrontare una grande squadra, l’unica imbattuta in Europa, ma ci arriviamo con grande voglia”.
Considerando la classifica, è corretto dire che per voi è dentro o fuori?
“È una partita importantissima dove probabilmente la tensione sarà più dalla nostra parte ma il bello del calcio è poter giocare partite del genere”.
Come stanno gli attaccanti?
“Dopo tanto tempo ho 4 attaccanti disponibili, nell’anno appena terminato non li ho mai avuti. Lautaro è arrivato da 4 giorni ma si è allenato bene, Correa l’ho visto meglio. Dzeko e Lukaku hanno avuto più possibilità di allenarsi con la squadra, il mio auspicio è di poterli avere per tutto questo tour de force. Per domani devo ancora fare delle valutazioni, ho qualche incerteza che in questi due allenamenti mi toglierò”.
È preoccupato per la situazione di Skriniar?
“Lo conosco, è un ragazzo straordinario che dà tutto in campo. A parte lui ci sono diversi giocatori con il contratto in scadenza ma so che c’è una società forte che è sempre al mio fianco che sta lavorando al meglio su tutte le situazioni”.
Continua a credere nella corsa scudetto?
“Si, mancano 23 partite alla fine quindi ci sono tantissimi punti in palio e l’Inter come e altre che stanno inseguendo ha la voglia di accorciare il terreno su quella che in questo momento è la miglior squadra in Europa. Bisogna fare i complimenti al Napoli. La speranza di accorciare passa dal campo, noi siamo un gruppo unito e compatto con tifosi straordinari che vuole vincere tutte le partite”.
Torna Lukaku, cosa aggiunge la sua presenza?
“Conosciamo le sue qualità, è tornato con grande voglia. È un attaccante che ci dà soluzioni diverse, ci migliorerà ulteriormente. Siamo il secondo miglior attacco, l’anno scorso eravamo il primo, con Romelu avremo una soluzione in più. L’augurio per lui e per Correa è che possano darci quel contributo per migliorare ancora di più la nostra percentuale di realizzazione”.
La partita di domani sarà simile a quella contro il Barcellona tatticamente?
“Le partite sono tutte storie a sé. Contro il Barcellona eravamo in un momento particolare, domani sarà una partita importantissima per il proseguo del campionato. Ci saranno momenti in cui saremo più aggressivi, altri meno, sarò una partita molto bella tra due ottime squadre che sono distanziate perché il Napoli ha fatto qualcosa di straordinario di cui gli va dato grande merito”.
Quali sono le certezze e le preoccupazioni dopo 50 giorni?
“Sono più preoccupazioni che certezze, una pausa così lunga non è mai successa. Abbiamo lavorato molto bene, i giocatori rientrati stanno cercando di mettersi alla pari, la loro condizione non può essere come quella degli altri ma sono soddisfatto sia di chi è rimasto qui sia di chi è rientrato”.
Il Napoli ha punti deboli?
“È una squadra fortissima che sta avendo un livello straordinario, hanno inserito giocatori nuovi, ma noi li affronteremo con tantissima voglia come l’anno scorso”.
Le statistiche potrebbero essere dalla parte dell’Inter per le gare a San Siro…
“Dipende tutto da come faremo la partita, abbiamo grande rispetto per il Napoli però noi siamo preparati e vogliamo giocare una partita di grande livello davanti ai nostri tifosi”.
Siete consapevoli della difficoltà di questa rincorsa?
“Ho sempre i dirigenti con me, sappiamo il momento che stiamo passando, vale per tutte le squadre italiane. Sia l’Inter che le altre squadre dovranno fare qualcosa di straordinario ma c’è speranza e fiducia e quello che ho visto in questo periodo è di buon auspicio, poi tutto passa dal campo”.
In che condizioni ha trovato Lukaku?

“Ho trovato bene Lukaku e Lautaro, gli olandesi abbastanza bene. De Vrij ha avuto un colpo, Dumfries un rallentamento nei primi giorni ma sta tornando. Onana è tornato con voglia di fare. C’è tantissimo entusiasmo di giocare la partita di domani”.