Pagelle look delle first ladies al Castello di Brindisi per il G7

Due giorni dove si lavorerà moltissimo, riuscirete anche ad assaporare di quella Italia è famosa nel mondo», aveva detto la premier Meloni ai leader del G7 riuniti nella bella Puglia. E cosa c’è di meglio della cucina italiana? Per quello è stato arruolato lo Chef stellato Massimo Bottura che ieri sera ha deliziato gli ospiti nella cena inaugurale al Castello Svevo di Brindisi offerta dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il menù è un giro d’Italia (fagottini di scorfano, tortelli di gallinella, filetti di dentice) al quale, però, Biden non ha partecipato. «È affaticato per i molteplici impegni», fanno sapere dalla sicurezza.L’occasione ieri sera prevedeva rigore anche nell’abbigliamento. Seppur con qualche vezzo. A partire dalla premier che negli ultimi tempi sembra aver rivitalizzato il suo guardaroba lasciandosi andare a colori sgargianti o rassicuranti (vedi il rosa pallido di ieri pomeriggio, un tailleur di D.Exterior, marchio del bresciano, con cui ha accolto i big a Borgo Egnazia) ma anche a particolari più femminili. Così Giorgia ha optato per un lungo abito blu notte (più elegante del nero) con maniche lunghe e dettagli in rete che lasciano scoperte braccia e decoltè. Scelta non banale che va premiata.In questo oceano di abiti scuri arriva lei che spiazza tutti: Laura, la figlia del presidente Mattarella, 57 anni, che dal 2015 affianca il padre vedovo nelle occasioni ufficiali, si presenta con una pantalone palazzo bianco che abbina ad una giacca nera con dettagli in pizzo e trasparenze.


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *