Detrazioni sul 730: come fare con i pagamenti digitali?

Dall’anno di imposta 2020, la detrazione delle spese in misura del 19 per cento è concessa solo se il pagamento è tracciabile, ovvero effettuato tramite bonifico bancario o postale, home banking o altre applicazioni. Ci sono però alcune eccezioni: si possono portare in detrazione, anche se pagate in contanti, le spese sostenute per l’acquisto di medicinali e dispositivi medici e per le prestazioni sanitarie erogate da strutture pubbliche o private accreditate al servizio sanitario nazionale. Ecco le risposte alle domande più frequenti riguardo ai pagamenti tracciabili delle spese che è possibile portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi.Il contribuente può dimostrare di aver sostenuto la spesa con un metodo di pagamento tracciabile presentando una copia cartacea della transazione, come la ricevuta del bancomat, l’estratto conto, la copia del bollettino postale o del Mav, o i pagamenti tramite PagoPA. Se il pagamento è avvenuto con assegno bancario, che viene utilizzato sempre meno frequentemente, è necessario esibire l’estratto conto per dimostrare l’addebito sul proprio conto corrente. Se invece il pagamento è stato effettuato tramite finanziamento, occorre dimostrare l’avvenuto pagamento da parte dell’istituto di credito che ha erogato il prestito finalizzato.


Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *