Category Archive : SPORT

Parte da un esposto dell’ex socio di minoranza nella gestione del club, la lussemburghese Blue Skye di Salvatore Cerchione e Gianluca D’Avanzo. Sono stati acquisiti molti documenti da parte della guardia di finanza, in alcuni uffici ma non nella sede del Milan, nell’ambito di un’inchiesta con al centro la vendita del Milan dal fondo Elliott a RedBird di Gerry Cardinale dell’agosto scorso.Nel settembre 2022 Blue Skye e la sua controllante Luxembourg Investment Company avevano presentato al Tribunale Milano un ricorso per bloccare la vendita del Milan, ma poi avevano rinunciato all’istanza cautelare prendendo atto che la compravendita era stata già perfezionata a fine agosto. Nel ricorso le società Lussemburghesi si lamentavano di non aver mai potuto ottenere alcuna informazione su questa vendita, e parlavano di un’operazione «opaca». «l’accertamento della invalidità della rinuncia» al pegno «esistente in favore di Project Redblack», società veicolo costituita nel 2017 per l’operazione di investimento nel Milan e in cui entrò all’epoca Blue Skye, inoltre, sia in Lussemburgo sia a New York erano state intentate due cause: la prima per annullare l’accordo che aveva portato alla vendita del Milan; la seconda con al centro documentazione richiesta da Blue Skye a Elliott.

Il pensiero sugli azzurri di Sebastien Frey, ex portiere di Inter, Verona, Parma, Fiorentina, Genoa e della nazionale francese

“Il Napoli è una grande sorpresa. E’ la meraviglia del calcio europeo, non solo italiano. L’ho visto giocare e a mio parere, ad oggi, qualsiasi squadra di vertice in Europa faticherebbe a vincere contro il Napoli. Spalletti ha fatto un grande lavoro”. Così Sebastien Frey, ex portiere di Inter, Verona, Parma, Fiorentina, Genoa e della nazionale francese, ha parlato del momento del Napoli ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

L’ex estremo difensore transalpino ha parlato anche della crescita esponenziale di Victor Osimhen: “Osimhen lo conosciamo, ha giocato in Francia per anni. E’ diventato un giocatore completo, maturo, straordinario”.

Lutto nel mondo del calcio: è morto Patrizio Billio, ex calciatore e attuale allenatore dell’Academy del Milan in Kuwait.  Ad ucciderlo ieri sera, 23 gennaio, un malore improvviso: un attacco cardiaco che non gli ha lasciato scampo mentre stava giocando  con gli amici.Originario di Montebelluna (Tv), aveva 48 anni e da calciatore ha indossato le maglie di numerose squadre italiane ed estere come centrocampista.

L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti scrive una pagina di storia del calcio italiano. Le sconfitte nel turno di campionato di Milan e Inter contro Lazio e Empoli ,sono la prima squadra che riesce a mettere insieme 12 punti di vantaggio sulla seconda in classifica, da quando il campionato italiano è a venti squadre, ossia dalla stagione 2004/05.Il Napoli ha battuto i precedenti record fatti registrare da Juventus e Inter, la Juve era riuscita a chiudere a +9 proprio sul Napoli nel 2018/19, l’ultima stagione scudettata di Allegri a Torino, mentre all’Inter era riuscito nella stagione 2006/07 allenata da Roberto Mancini in panchina nerazzurra. Al termine della stagione, entrambe le formazioni erano chiaramente riuscite a vincere lo scudetto, obiettivo che il Napoli ora insegue con vigore sempre maggiore.

La denuncia è diventata subito virale sui social

Alcuni componenti della Futsal Quarto sarebbero stati aggrediti durante la trasferta di ieri a Casavatore. L’episodio è stato riportato sulla pagina social della squadra dove è stato pubblicato un lungo post. Stando alla denuncia, l’allenatore dell’under 19 sarebbe stato anche colpito con il calcio di una pistola. Di seguito il post della Futsal Quarto.

“In data odierna si è disputata la gara tra Trilem Casavatore e Futsal Quarto, valida per il campionato regionale Under 19, e finita col risultato di 5-2 per i padroni di casa. Il presente comunicato non vuole in alcun modo essere un alibi per quanto avvenuto in campo poiché, al di là del risultato – che non ha nessuna importanza – vogliamo segnalare episodi avvenuti dopo la gara: in particolare, aggressioni ai nostri calcettisti e a nostri tesserati da persone presenti sul campo.

Degno di menzione è l’episodio che ha visto una persona adulta aggredire il nostro calcettista Mario Troiano, che era a bordo campo, a cui sono state sottratte le stampelle ed è stato percosso con le stesse nel punto dove ha riportato, recentemente, una frattura al piede.

Poco dopo, lo stesso aggressore di Troiano è tornato spalleggiato da almeno tre o quattro persone, di cui uno ha colpito al capo, con il calcio di una pistola, l’allenatore della nostra Under 19 Marco Sbriglia. Ci teniamo a sottolineare che Marco Sbriglia ha rimediato un trauma cranico, ma senza particolari conseguenze. Il nostro allenatore ha provveduto a sporgere denuncia per il fatto accaduto. Dopodiché, questi personaggi sono andati via e hanno lasciato nel panico l’intero palazzetto di Casavatore, calcettisti e tesserati della Trilem Casavatore inclusi, nonché genitori e persone vicine a entrambe le società.

Auspichiamo che la responsabilità di quanto avvenuto venga accertata quanto prima dalle forze dell’ordine, al fine di identificare gli aggressori e prendere i giusti provvedimenti. Ringraziamo per la solidarietà la società Trilem Casavatore. I carabinieri sono intervenuti in campo e i nostri calcettisti sono stati condotti in caserma, dove hanno riferito alle forze dell’ordine su quanto accaduto.

Successivamente, i vigili ci hanno scortati fino alla tangenziale per guadagnare in sicurezza l’uscita dal comune di Casavatore. Condanniamo fermamente quanto accaduto, che nulla ha a che vedere col risultato della gara, né tanto meno può accadere in un torneo sportivo, specialmente un campionato Regionale Under 19, dove si esibiscono dei giovani ragazzi, spesso minorenni. Come società ci impegneremo al massimo nella collaborazione con le forze dell’ordine affinché chi ha perpetrato violenza oggi, in un luogo di sport, venga riconosciuto e sottoposto alla resa delle proprie azioni dinanzi alla Legge.

Al di là della sconfitta che è maturata sul campo, in quanto ASD Futsal Quarto, noi ci sentiamo responsabili dell’incolumità dei nostri tesserati e valuteremo il da farsi per il prosieguo della nostra attività a livello giovanile, poiché il nostro interesse primario è garantire ai ragazzi di andarsi a divertire sui campi in massima sicurezza, al di là di ogni risultato sportivo”.

Dani Alves è ancora in carcere, nel settore riservato alle persone in custodia cautelare, dopo l’arresto di venerdi mattina.. Ha trascorso due notti, . Il gip non ha convalidato la richiesta di libertà su cauzione formulata dalla difesa perché «sussiste la possibilità di fuga», anche alla luce delle sue possibilità economiche. Alves ha infatti il doppio passaporto brasiliano e spagnolo e, in caso di trasferimento in Brasile, la Spagna non avrebbe con il Paese sudamericano un accordo di estradizione. In più, il calciatore ha anche la residenza in Messico (nonostante il Pumas lo abbia licenziato subito dopo l’arresto).Secondo la vittima, il giocatore l’avrebbe costretta ad entrare in un bagno situato in un privè del locale. Dani Alves conferma di essere stato lì, ma solo per poco tempo e nega l’aggressione. Dani Alves avrebbe raccontato in una prima versione di non conoscere la ragazza, poi di averla vista ma che non sarebbe successo nulla, infine che sarebbe stata lei a saltargli addosso..Fuori dal carcere, la moglie Joana Sanz continua a difendere il marito da ogni accusa

Un gol per tempo di capitan Di Lorenzo e del solito Osimhen e gli uomini di Spalletti si aggiudicano anche il match contro la Salernitana, collezionando la 16esima vittoria in campionato su 19 partite

16 vittorie su 19 partite. 50 punti su 57 conquistati. Sono numeri davvero impressionanti quelli con i quali il Napoli arriva al giro di boa del campionato, dopo aver battuto anche la Salernitana nel derby campano all’Arechi. Gli azzurri si mettono subito alle spalle l’eliminazione in Coppa Italia ad opera della Cremonese e battono per 2-0 la squadra di Nicola, con un gol per tempo di capitan Di Lorenzo e Osimhen. Un match controllato in lungo e in largo e mai in discussione dopo il vantaggio trovato allo scadere della prima frazione. Fra 8 giorni si riparte al Maradona contro la Roma di Mourinho.

Le scelte degli allenatori

Dopo gli esperimenti e l’ampio turn over di coppa, in casa Napoli tornano i titolarissimi. Spalletti sceglie Elmas come sostituto di Kvaratskhelia, mentre Lozano vince il ballottaggio con Politano. Nella Salernitana Nicola si affida ad un più prudente 4-5-1 con Gyomber al centro della difesa e Piatek unica punta, con Dia leggermente più arretrato sulla fascia. 

I gol

Dopo un paio di buone occasioni e tanto possesso palla, il Napoli sblocca il match allo scadere del primo tempo. Splendida combinazione sul centrosinistra sull’asse Anguissa-Mario Rui. Il centrocampista camerunense arriva sul fondo e crossa al centro, dove Di Lorenzo raccoglie ed infila sotto la traversa, battendo Ochoa. 

Nella ripresa Osimhen chiude il discorso: tiro a giro di Elmas dal limite, la palla si stampa sul palo e sulla respinta il centravanti nigeriano si fionda sul pallone e realizza, fissando il risultato sul 2-0. 

Niente allenamento per Kvaratskhelia oggi a Castel Volturno: il calciatore georgiano, come informato dal Napoli attraverso i canali ufficiali degli azzurri, è rimasto a casa a scopo precauzionale e non ha lavorato insieme con il resto del gruppo a disposizione di Spalletti.Una cattiva notizia per il gruppo Napoli che ha messo nel mirino già la sfida alla Salernitana di sabato, una partita ora a rischio per lo stesso Kvaratskhelia: il georgiano non si era allenato martedì per influenza e non aveva partecipato alla sfida di Coppa Italia contro la Cremonese. Ieri, invece, era rimasto in palestra. Domani saranno sciolti i dubbi sul suo rientro.

Al Maradona il match tra Napoli e Cremonese si è svolto sotto il diluvio. Le due squadre, visibilmente esauste dopo oltre 120 minuti di partita, hanno chiuso i conti ai rigori. Alla fine a spuntarla è stata incredibilmente la Cremonese che ora è ai quarti di Coppa Italia. Hanno segnato per il Napoli Juan Jesus (33′) e G. Simeone (36′) e per la squadra avversaria C. Pickel (18′) e F. Afena-Gyan (87′). Il risultato finale è di 2-2 (4-5 ai rigori).

Cambio in panchina per i grigiorossi, che arriveranno martedì sera al Maradona con una nuova guida tecnica

Cambio di guida tecnica per la Cremonese. Dopo la sconfitta interna in campionato contro il Monza, il club lombardo ha deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore Massimiliano Alvini. 

I grigiorossi saranno martedì sera al Maradona per la gara degli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Napoli con un nuovo mister in panchina.

Si tratta di Davide Ballardini, che ha firmato un accordo con i neopromossi fino a giugno 2024.