Sanità: a Napoli ricostruito omero in 3D,evitata amputazione.

All’istituto Pascale in piena emergenza Covid

NAPOLI, 01 LUG – Ad un uomo di 75 anni è stato asportato e successivamente ricostruito in 3D tutto il segmento omerale. L’intervento è stato eseguito, in piena emergenza Covid, all’Istituto tumori di Napoli ‘Pascale’.
    Al braccio destro dell’uomo, affetto anche da mieloma da circa sei anni, mancava un pezzo di osso di circa 20 centimetri e il contrattore esterno che portava da un anno, in seguito alle complicanze di una lesione neoplastica, gli aveva provocato un’infezione e lo aveva destinato all’amputazione dell’arto.
    Giunto in piena emergenza Covid al Pascale, l’equipe di Flavio Fazioli, direttore della Struttura complessa Ortopedia Oncologica, ha ricostruito il segmento di omero e l’articolazione del gomito che il tumore aveva seriamente compromesso. Con l’aiuto della tecnologia più avanzata Fazioli, con l’ausilio dei chirurghi Michele Gallo e Antonio Catapano, ha ricostruito in 3D in materiale plastico l’intero segmento omerale allo scopo di programmare il tipo di intervento da eseguire. La protesi fatta su misura ha consentito di riprodurre l’anatomia del paziente quasi in maniera speculare all’originale. Grazie alla ricostruzione in 3D dell’omero, l’uomo ha tutte le funzioni articolari.

    ”Il difficile momento pandemico – spiega Fazioli – ci ha fatto ancora di più scoprire l’importanza della rete oncologica e la possibilità di ottenere scambi di dati clinici e strumentali per consentire di intervenire nel modo più appropriato sulle scelte diagnostiche e terapeutiche in pazienti difficili come quelli affetti da neoplasia. Attraverso la rete, con gli scambi di grafici e contatti con bioingegneri – aggiunge – si è resa possibile la costruzione dell’impianto protesico. La rete oggi è diventata un elemento indispensabile per poter avere quelle interconnessioni, quello scambio di opinioni alla base di una razionale produzione di un segmento protesico sofisticato come solo il gomito può essere”.
    Il paziente era giunto per una prima visita al Pascale nel mese di marzo ed è stato operato a metà aprile. Dopo un mese e mezzo dall’intervento di ricostruzione ha ripreso le funzioni dell’arto. ”La tecnologia 3D – afferma il direttore generale, Attilio Bianchi – sta entrando prepotentemente nelle nostre chirurgie, tra l’altro senza limiti di età. Questo intervento conferma che il Pascale sin dall’inizio della pandemia non si è mai fermato”.

Assembramenti a imbarchi Napoli, sos da sindaco Capri.

“Scene inaccettabili, garantire sicurezza”

Code e assembramenti al molo Beverello di Napoli per le partenze verso le isole: scatta l’allarme del sindaco di Capri, Marino Lembo, che chiede interventi al presidente dell’Autorità Portuale del capoluogo campano, Pietro Spirito: “La nostra isola è stata, per tutta la durata dell’emergenza, un modello, e ora occorre evitare che gli sforzi vengano vanificati”. Lembo invoca “attenta sorveglianza sul distanziamento sociale in tutti i porti di imbarco, in particolare al Molo Beverello ed a Calata di Massa, presso i quali, negli ultimi giorni, si sono verificati assembramenti intollerabili e in aperta violazione delle disposizioni vigenti”.

Nel registrare positivamente il flusso di turisti e vacanzieri, anche stranieri, verso l’isola, il sindaco aggiunge: “Chi arriva a Capri deve potere continuare a farlo nella massima serenità e sicurezza, e ciò può avvenire solo se agli accessi per le isole vengono attuate rigorosamente tutte le procedure di salvaguardia previste dalle disposizioni regionali tuttora in vigore”.   

Pedopornografia, arresto nel Salernitano.

Componente ete internazionale, anche video violenze su neonati.

SALERNO, 30 GIU – Utilizzando falsi account avrebbe contributo ad alimentare una rete internazionale dedita allo scambio di materiale pedopornografico, tra figurano anche video di violenze raccapriccianti su neonati: un 55enne del Salernitano è stato arrestato, con l’accusa di divulgazione e detenzione di materiale pedopornografico, dalla Polizia Postale di Salerno, coordinata dal compartimento di Napoli e del servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. L’uomo, molto noto su internet e tra i giovanissimi, è stato trovato in possesso di un’ingente quantità di materiale pedopornografico, scoperto durante l’analisi dei suoi dispositivi informatici.
    L’indagine, coordinata dalla Procura di Salerno, è frutto di una cooperazione internazionale tra il Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma e le Polizie di Paesi esteri che ha consetito di raccogliere importanti prove sulle condotte del 55enne, attuate attraverso contatti con altri soggetti coinvolti, anche stranieri.
   

Arena Flegrea, si riparte tra teatro e musica dall’11 luglio.

Con Gallo, Iodice, Da Vinci, Battista, Izzo, Sannino e Schettino.

NAPOLI, 30 GIU – “Dove eravamo rimasti #ripartiamoinsieme” è il titolo della rassegna musicale e teatrale, in programma a Napoli nell’Arena Flegrea dal prossimo 11 luglio. La kermesse è stata presentata oggi al Teatro “Troisi” dal patron e imprenditore dello spettacolo, Pino Oliva, “per dare un preciso segnale di ripresa dopo il terribile stop firmato Covid” come sottolinea una nota. “L’Arena Flegrea – ha spiegato Oliva – è l’unico spazio in città che con il suoi 6.600 posti disponibili può assicurare nel rispetto delle restrizioni una capienza di oltre 2700 spettatori per evento. Per i napoletani e non, desiderosi di tornare ad assistere al rito dello spettacolo, propongo una kermesse in grande stile animata da personaggi del calibro di Massimiliano Gallo, Peppe Iodice, Sal Da Vinci, Maurizio Battista, Biagio Izzo, Andrea Sannino e Simone Schettino. Tutto ciò perchè mi piacciono molto le sfide e ho il dovere di provarci. Primo perchè mi piace lavorare e non riesco a stare fermo, secondo perchè sono convinto in una veloce ripresa, sperando che questo pensiero non sia soltanto una mia convinzione. Un’iniziativa, la mia, nata dalla volontà di regalare, dopo tanto soffrire, qualche ora di spensieratezza al pubblico e di stare vicino alle maestranze del mondo dello spettacolo tanto colpite dallo stop per la pandemia, E’ a loro infatti che intendo devolvere il 20% degli utili della kermesse”.z Una conferenza, si sottolinea ancora nella nota, “dal grande interesse quella vissuta al Troisi dove, con la presenza del sindac Luigi de Magistris, pronto a confermare il suo appoggio all’evento, si è parlato del cartellone con tutti gli artisti presenti e con i partner tra cui Radio Kiss Kiss Napoli”. “E così mentre al Teatro Troisi il direttore artistico Fabio Brescia porterà in scena dall’8 al 12 luglio la commedia “Tre pecore (molto) viziose”; per la rassegna all’aperto all’Arena Flegrea – si evidenzia – tutto è pronto nel nome dei più significativi protagonisti dell’arte della canzone, della risata e della commedia”. Si partirà l’11 luglio con Massimiliano Gallo e il suo spettacolo “Resilienza 2.0”

Gasperini “col Napoli ripartiamo da zero”

Tecnico Atalanta, bene tre vittorie ma situazione complicata

Coronavirus: 900 fedeli a messa ringraziamento Napoli.

Sedie distanziate e misure di sicurezza in piazza del Plebiscito.

NAPOLI, 01 LUG – Novecento fedeli hanno preso parte alla messa di ringraziamento voluta dal cardinale Crescenzio Sepe, per la pandemia che si spera essere alle spalle. In Piazza del Plebiscito sono state allestite 900 sedie, distanziate le une dalle altre di un metro, con percorsi separato di entrata e di uscita.
    Una celebrazione liturgica per “ringraziare Dio e quanti, per suo volere, si sono adoperati durante la pandemia”, ha detto Sepe. Presenti due postazioni ambulanza della Croce rossa, quattro pattuglie appiedate e un camper medico. ra i presenti in piazza Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, il questore Alessandro Giuliano, il prefetto Marco Valentini, che ha proclamato dall’altare una delle letture della messa, l’ex sindaco Antonio Bassolino con Anna Maria Carloni, l’Arma dei carabinieri e l’Associazione nazionale Carabinieri, direttori generali delle Asl e di molti ospedali di Napoli e della Campania. Terminata la cerimonia il cardinale è sceso dall’altare, allestito davanti alla Basilica di San Francesco di Paola, salutando i fedeli e le autorità intervenute.

Giffoni Film Festival, si riparte con Onward-Oltre la magia.

Anteprima per l’inizio delle celebrazioni del 50ennale.

SALERNO, 01 LUG – Inizieranno il 16 luglio e termineranno il 30 dicembre gli eventi organizzati nell’ambito di #Giffoni50, la 50esima edizione del Giffoni Film Festival.
    Il tradizionale appuntamento quest’anno sarà diviso in quattro momenti, modulati in base al target di età. La prima tranche si svolgerà a Giffoni Valle Piana (Salerno) dal 18 al 22 agosto, la seconda dal 25 al 29 agosto, la terza tra settembre e novembre e la quarta dal 26 al 30 dicembre. Ma c’è una data importante: l’inizio delle celebrazioni del 50ennale: giovedì 16 luglio il mondo del cinema riparte da Giffoni con Pixar Animation Studios che offrirà la possibilità di vedere in anteprima Onward – Oltre la Magia.
    Diretto da Dan Scanlon e prodotto da Kori Rae, la squadra creativa che ha realizzato Monsters University, Onward – Oltre la Magia include tra le voci italiane Sabrina Ferilli (Laurel Lightfoot), Fabio Volo (Wilden Lightfoot), Favij (spiritello), Raul Cremona (apprendista stregone) e David Parenzo (cameriere).
    Un titolo che farà battere i cuori attraverso la forza rigenerante del cinema che, oggi più che mai, saprà regalare ai giovani una ritrovata socialità.
    “La voglia di ripresa è forte – spiega il direttore di Giffoni Opportunity, Claudio Gubitosi – sempre più sentito dai ragazzi il bisogno di tornare in sala e venire stupiti dalla magia e dal fascino Pixar che, di generazione in generazione, non hanno mai deluso le aspettative. Giffoni non poteva che iniziare in un modo così eccezionale e con un partner tra i più prestigiosi al mondo”.

Coronavirus: Campania, via libera agli sport di contatto.

Ripartono anche discoteche, stop limiti orario bar-ristoranti.

NAPOLI, 01 LUG – Via libera a calcetto e basket dal 6 luglio, sì al ballo nelle discoteche (da sabato 4) in entrambi i casi rispettando le norme del protocollo. Sono alcune delle misure previste in un’ordinanza che sarà firmata stasera dal governatore della Campania Vincenzo De Luca: tra l’altro si prevede la conferma del divieto di vendita di alcolici da asporto – e del consumo di tali bevande in luoghi pubblici – a partire dalle 22.
    Il presidente della Regione cancella invece i limiti di orario di chiusura di bar, ristoranti, gelaterie, pub ed altri esercizi di ristorazione, che non avranno più obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli. Via libera da subito alle bande musicali, e alle sagre dal 10 luglio; stop ai limiti di presenza sulle imbarcazioni da diporto purché nel rispetto della capienza omologata. L’Unità di Crisi avvierà un’istruttoria volta alla modifica degli attuali limiti di presenza sui mezzi di trasporto regionali, anche marittimi, in ogni caso nel rispetto delle esigenze di sicurezza dell’utenza.

A Scampia giù la ‘Vela verde’, simbolo di Gomorra

Dal progetto di riconversione dell’area in periferia di Napoli, farà spazio ad un polo universitario.

Ultimi ‘morsi’ delle pinze a Scampia per radere al suolo la ‘Vela verde’, simbolo di Gomorra.

Dal progetto di riconversione dell’area in periferia di Napoli, farà spazio ad un polo universitario. 

Mondragone:79 positivi nel Casertano,chiusa azienda agricola.

27 dipendenti contagiati dal Covid.

CASERTA, 01 LUG – Dal report emesso dall’Asl di Caserta emerge che sono 79 i positivi attuali al Covid nel Casertano, tutti collegati l focolaio registrato a Mondragone.
    Nella cittadina del litorale casertano risiede la maggioranza dei positivi, oltre una sessantina; di questi 43 dimorano nei palazzi ex Cirio, epicentro del focolaio, gli altri 18 all’esterno, e resteranno in quarantena domiciliare per due settimane. Oggi e’ stata chiusa l’azienda agricola di Falciano del Massico, nel Casertano, dove sono risultati contagiati dal Coronavirus 27 lavoratori, collegati al focolaio dei palazzi ex Cirio. E’ stato il sindaco Erasmo Fava ad intervenire con propria ordinanza disponendo la sospensione dell’attività dell’azienda, e inviando i vigili urbani per darne attuazione; la nota dell’Asl di Caserta emessa ieri, che disponeva la chiusura aziendale, non era stata infatti attuata, costringendo Fava a intervenire oggi.
    La positività dei lavoratori è emersa in seguito allo screening di massa partito venerdì 26 giugno a Mondragone, con oltre tremila tamponi praticati a coloro che risiedevano fuori alla mini zona rossa dei palazzi Ex Cirio.